21 novembre: Festa dell’Albero, perché’ festeggiarla?

La legge 14 gennaio 2013 N.10 sancisce il 21 novembre di ogni anno GIORNATA NAZIONALE DEGLI ALBERI.

L’amore e il rispetto per gli alberi ha radici molto lontane perché già gli antichi greci ed i popoli asiatici rispettavano e veneravano l’albero.

Anche i romani si inserirono in questa tradizione e la festa dell’albero più seguita era celebrata il 19 luglio : FESTA LUCARIA (da Lucus = bosco sacro). Distinguevano i boschi in sacri, divinizzati e profani e veneravano numerosi numi e geni tutelari dei boschi e delle selve tra cui Fauno e Silvano che veniva rappresentato mentre metteva a dimora una piantina di cipresso.  I romani svilupparono anche l’arboricoltura e l’impianto di boschi.

In epoca moderna fu Sterling Morton , Governatore del Nebraska, nel 1872 a istituire l’Arbor Day, giorno dedicato alla piantagione di alberi per accrescere sia la coscienza ecologica nella popolazione che il patrimonio boschivo del paese che aveva subito un forte depauperamento a causa di estesi disboscamenti.

In Italia la prima Festa dell’Albero fu celebrata nel 1898 su iniziativa di Guido Baccelli, Ministro della Pubblica Istruzione. Finalmente, nel regio decreto del 1923 tale festa fu istituzionalizzata. L’art. 104 recita : “E’ istituita la Festa degli alberi. Essa sarà celebrata ogni anno (omiss.) con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi.

Nel 1951, con una circolare del ministero dell’Agricoltura e delle foreste si fissò la data al 21 novembre con possibilità di differirla al 21 marzo nei comuni di alta montagna. Infine, la summenzionata Legge N° 10 del 14 gennaio 2013 ha abrogato il regio decreto del 1923.

L’art. 1 recita : “La Repubblica riconosce il 21 novembre quale “Giornata nazionale degli alberi” al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto (11/12/1997) Ratificato ai sensi della Legge 1° giugno 2002.

Ormai è un valore acquisito nella coscienza comune il rispetto e la salvaguardia dell’albero perché se ne riconosce la valenza e l’importanza per la difesa dell’ambiente. In effetti si è passati da una concezione dell’albero come fonte primaria di riscaldamento o elemento strutturale per la costruzione di case, mobili o attrezzi o per la produzione di carta alla convinzione che, al di là di questi aspetti comunque importanti, l’albero esplica la sua straordinaria azione abbattendo le emissioni di anidride carbonica che contribuiscono all’innalzamento della temperatura terrestre, mitigando la temperatura e migliorando la qualità dell’aria e contribuendo alla prevenzione del dissesto idrogeologico limitando le frane e favorendo la vita e la biodiversità.

Ed allora oggi, 21 novembre , festeggiamo tutti insieme questa ricorrenza magari semplicemente facendo una bella passeggiata nei parchi cittadini ed ammirando questi superbi vegetali che accompagnano e tutelano la nostra esistenza.

Noi di Quartieri Connessi, insieme ad altri Enti e Associazioni, parteciperemo alla manifestazione che si sta organizzando per il giorno 27 novembre durante la quale verranno messi a dimora alcuni alberi nel nostro meraviglioso Parco Susetta Guerrini.

foto di repertorio della manifestazione Vola in Alto Civiltà 4, del 20 aprile 2012

Di questa iniziativa vi daremo maggiori dettagli in un prossimo articolo.

Bruno Fontanarosa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.