Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Fine lavori per il parco Oasi Verde in ex Q4 – Q5

giovedì 30 maggio 2013

L’attivazione delle telecamere ed il posizionamento della cartellonistica sono gli ultimi lavori che completano la riqualificazione dell’area rispetto al degrado nel quale il Parco era scivolato.

I lavori hanno previsto la manutenzione e la ristrutturazione dei viali ciclabili e pedonabili, la sistemazione delle staccionate e degli attraversamenti pedonali, nonché interventi di miglioramento generali per la sua fruizione: l’illuminazione del percorso pedonale dotandolo anche di sistema di videosorveglianza che consente di individuare i responsabili di atti vandalici che recano danno al Parco.

“E’ motivo di soddisfazione – afferma l’Assessore all’Ambiente Cirilli – aver completato questa prima fase dei lavori rispetto a un parco che rappresenta per me una grande scommessa vinta.

Una scommessa che in passato ha visto un’area molto vasta della città, che fino ad allora era considerata simbolo di speculazione, trasformarsi in uno dei parchi più belli della città.

Ora – continua Cirilli – l’obbiettivo è quello di completare l’opera con la stipula di un accordo col Consorzio di Bonifica per accordarsi sulle manutenzioni di loro competenza: le sponde dei canali Paoloni e Morbella e di proseguire i percorsi ciclabili oltre Via Nascosa e consentirne lo sbocco sulla pista ciclabile di Via del Lido; a tal proposito è bene comunicare che è stato già presentato il progetto esecutivo e la gara per la sua realizzazione dovrebbe espletarsi entro fine giugno”.

ufficio stampa Comune di Latina

0 commenti su “Fine lavori per il parco Oasi Verde in ex Q4 – Q5”

  1. Lavori finiti! Bene! Ogni tanto una buona notizia! Allora via, andiamoli a vedere questi lavori finiti e ripercorriamone insieme le tappe più significative!

    All'inizio dei lavori per prima cosa hanno inspiegabilmente sradicato tutti i rampicanti che ricoprivano i pilastri dei due ponticelli!! Nessuna persona ragionevole seppe mai spiegarsi il perchè di questo gesto inconsulto, dato che i rampicanti erano forse la parte più bella del parco e sicuramente non davano fastidio a nessuno. Comunque, tralasciamo i motivi che i "geni" del Comune debbono pur aver avuto e veniamo ai fatti: i rampicanti rimossi furono "temporaneamente" accatastati nei pressi della loro vecchia dimora… e oggi, 30 giugno 2013, a lavori trionfalmente finiti, i rampicanti stanno ancora lì. Chi, di grazia, dovrebbe rimuoverli? Dovremo forse aspettare che ci pensi madre natura nel giro di qualche decennio? Oppure dobbiamo sperare che qualche imbecille ne faccia un bel rogo la prossima estate?

     

     

    È stato finalmente rimosso il pavimento ligneo da sopra i pilastri dei ponticelli e sostituito con un pavimento sintetico. Questo era uno degli interventi più urgenti e necessari, da noi varie volte sollecitato. Ben fatto dunque, anche se sarebbe bastatao un semplice pavimento di cemento.

    Sono stati costruiti alcuni vialetti in sterrato e un'area di sosta laddove i proprietari di cane già usavano sostare e incontrarsi. Non è stata realizzata invece l'area recintata dove poter lasciare liberi i cani.

    Nei pressi dell'Aula Verde è stato installato un bel cartello col nome, la planimetria e le regole del parco. Gli utenti vengono altresì informati che il parco è videosorvegliato.

     

     

    Nei pressi di quasi tutti gli accessi alla pista ciclo/pedonale sono stati posti dei cartelli lignei più piccoli che riportano il nome del parco e le regole.

    Non è facile comprendere cosa possa aver indotto il Comune ad installare la segnaletica rivolta verso il parco (quindi ben visibile a chi sta per andarsene) piuttosto che verso la strada (quindi visibile a chi sta per accedere al parco)…

    Il percorso ciclo/pedonale è illuminato e videosorvegliato. Alcuni pali sorreggono solo dei normali lampioni, mentre altri, oltre alla luce, contengono una telecamera. Nelle due foto sottostanti vediamo un lampione/telecamera col particolare della telecamera panoramica. Un lungo discorso a parte meriterebbe l'inaccettabile sciatteria con cui sono stati installati i pali… magari ci torneremo in seguito.

     

     

    Alcuni tratti della vecchia pavimentazione sono stati riasfaltati col solito straterello millimetrico (a cui siamo dolorosamante abituati) tanto che la gramigna sta già riappropriandosi del suo spazio. Altri tratti sono invece stati tralasciati nonostante il vecchio pavimento sia pesantemente danneggiato.

    Che dire? Ci sembra di vedere più ombre che luci in questi lavori fatti all'insegna della solita incompetenza e della solita sciatteria!

  2. Giuste considerazioni Salvatore, alle quali aggiungo una mia perplessità:

    ma qualora le telecamere immortalassero un episodio di vandalismo, cosa accadrebbe?

    partirebbero, in fretta e furia, 4 o 5 volanti della Polizia, dei Carabinieri, della Polizia locale e arresterebbero il malcapitato?

    a Latina???????

     

    quanto mi piacerebbe assitere a cotanta prontezza!!

    freddy

     

     

  3. Il mio dubbio è ancora più terra terra:

    ci sono davvero le telecamere?

    e se ci sono sono alimentate?

    e se sono alimentate le immagini arrivano da qaulche parte?

    e se arrivano, cìè qualcuno che le guarda o un apparato che le registra?

    … o è come la videosorveglianza stile Zaccheo, che a fronte di soldi veri spesi (e sperperati) non ha mai videosorvegliato un bel niente?

    Salvatore

  4. Sono tutte giuste considerazioni, ma ne vorrei fare una insieme a voi. Su i cartelli non ho visto il simbolo di raccogliere gli escrementi dei cani, e di portarli a guinzaglio come previsto dalla legge, è per questo che non lo fa quasi nessuno? Perché i vigili non fanno una passeggiata ogni tanto a controllare? Rispetto per gli animali, ma rispetto anche per i bambini che si trovano spesso a fare lo slalom tra gli escrementi.

  5. Le telecamere fanno capo a dei videoregistratori (DVR), quindi le immagini sono tutte registrate. Poi la Polizia municipale ha la possibilità di accedere ai DVR da remoto tramite connessione ADSL, per cui può consultare le immagini registrate quando e come vuole.

    Per cui direi di non aspettarci nessun intervento "automatico", piuttosto spetta a noi segnalare immediatamente alle autorità l'evento in modo che possano attivarsi per recuperare le immagini utili.

    Ciao

  6. Grazie Mik, molto utili i tuoi chiarimenti ed anche i tuoi consigli…

    p.s. posso chiederti la fonte delle informazioni?

    ancora grazie freddy

  7. Semplicemente mi è capitato di parlare con le persone dell'azienda che stavano facendo la messa in servizio (che conoscevo già) e mi sono fatto assicurare che realmente ci fosse il sistema (DVR, telecamere, ecc.) e che fosse funzionante, per cui sono abbastanza sicuro.

    Saluti

  8. miknight ha scritto:

    Semplicemente mi è capitato di parlare con le persone dell'azienda che stavano facendo la messa in servizio (che conoscevo già) e mi sono fatto assicurare che realmente ci fosse il sistema (DVR, telecamere, ecc.) e che fosse funzionante, per cui sono abbastanza sicuro.

    Saluti

    ottimo grazie!

    freddy

  9. Il parco illuminato di notte, in estate, è certamente una bella cosa, però il piacere di una passeggiata in pace e tranquillità, a piedi o in biciclette, per grandi o piccoli, può essere turbata da spiacevoli scorribande di persone che prendono la pista verde come un circuito motociclistico. Nelle ultime sere si può notare un consistente traffico di motocicli o scooter pilotati generalmente da ragazzi con o senza casco, da soli oppure in 2-3-4 (!) passeggeri che circolano allegramente lungo tutto il percorso. In particolare il tratto della ex Via Lunga che "muore" vicino la Don Milani è continuamente percorso da questi mezzi motorizzati.

    Ovviamente non è facile far notare a queste persone che il transito lì non è proprio consentito né accettabile, anche perché se fossero persone ragionevoli non credo farebbero quello che fanno.

    Quindi di fatto ogni sera è la stessa storia, anche sulla pista verde si deve fare attenzione al traffico e sperare che i bimbi piccoli magari allontanatasi un po' dai genitori non incappino in un motociclista scatenato, oppure ci si deve mettere sul lato della stradina per dare la precedenza (!) ai motorizzati, pensare che quello si chiama(va) pista pedonale/ciclabile!.

    Certo se ogni tanto da queste parti si facesse vedere un Vigile, oppure una pattuglia di Carabinieri o Polizia , a fare qualche controllo, dare un'occhiata, credo sarebbe tutto molto diverso, ma qui queste cose non accadono mai. Oltretutto ora le forze dell'ordine dovrebbero anche poter contare suelle telecamere, chissà quante volte avranno inquadrato i motoclisti maleducati di notte e di giorno. Speriamo che prima o poi qualcuno si ricordi di noi!

    Intendiamoci, non ce l'ho con i motociclisti in genere, ma solo con i motociclisti maleducati che non rispettano il prossimo e le leggi: qui però sono davvero tanti!

     

  10. miknight ha scritto:

    Il parco illuminato di notte, in estate, è certamente una bella cosa, però il piacere di una passeggiata in pace e tranquillità, a piedi o in biciclette, per grandi o piccoli, può essere turbata da spiacevoli scorribande di persone che prendono la pista verde come un circuito motociclistico. Nelle ultime sere si può notare un consistente traffico di motocicli o scooter pilotati generalmente da ragazzi con o senza casco, da soli oppure in 2-3-4 (!) passeggeri che circolano allegramente lungo tutto il percorso. In particolare il tratto della ex Via Lunga che "muore" vicino la Don Milani è continuamente percorso da questi mezzi motorizzati.

    Ovviamente non è facile far notare a queste persone che il transito lì non è proprio consentito né accettabile, anche perché se fossero persone ragionevoli non credo farebbero quello che fanno.

    Quindi di fatto ogni sera è la stessa storia, anche sulla pista verde si deve fare attenzione al traffico e sperare che i bimbi piccoli magari allontanatasi un po' dai genitori non incappino in un motociclista scatenato, oppure ci si deve mettere sul lato della stradina per dare la precedenza (!) ai motorizzati, pensare che quello si chiama(va) pista pedonale/ciclabile!.

    Certo se ogni tanto da queste parti si facesse vedere un Vigile, oppure una pattuglia di Carabinieri o Polizia , a fare qualche controllo, dare un'occhiata, credo sarebbe tutto molto diverso, ma qui queste cose non accadono mai. Oltretutto ora le forze dell'ordine dovrebbero anche poter contare suelle telecamere, chissà quante volte avranno inquadrato i motoclisti maleducati di notte e di giorno. Speriamo che prima o poi qualcuno si ricordi di noi!

    Intendiamoci, non ce l'ho con i motociclisti in genere, ma solo con i motociclisti maleducati che non rispettano il prossimo e le leggi: qui però sono davvero tanti!

     

     

     

     

    Carissimo, la tua segnalazione credo meriti di essere riportata tra le notizie del sito.

    Grazie davvero!

    Freddy

[show_theme_switch_link] :: Contatore