Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Il messaggio del sen. Forte contro l’abusivismo delle affissioni elettorali

sabato 30 aprile 2011

 

Caro candidato,

ormai da tempo l’Udc ha dato il via a un nuovo corso, che ha posto alla base dei suoi componenti il rispetto delle regole, non solo nell’ambito della vita sociale ma anche, più prettamente, in quello della vita politica. Regole che, in questa fase in cui i cittadini di Latina si accingono a indicare il loro sindaco e i loro rappresentanti, equivalgono anche a quelle regole della competizione elettorale che disciplinano affissioni, comizi, cortei e manifestazioni, e che salvaguardano la parità del confronto democratico.

Purtroppo, però, in questi primi giorni di campagna elettorale si registra già un grave deficit nel rispetto di queste regole da parte di tutte le liste politiche. Il riferimento, in particolare, è all’indecoroso spettacolo offerto dalle decine e decine di gigantografie dei candidati a sindaco e a consigliere, montate su impalcature costruite ad hoc lungo le strade pubbliche dove maggiore è il traffico di persone e di auto.

Cartelloni irrispettosi della legge sulla propaganda elettorale n. 515 del 1993, nonché dell’articolo 23 del codice della strada. Leggi ulteriormente ribadite dal protocollo d’intesa redatto dalla prefettura di Latina e sottoscritto dai rappresentanti di tutte le liste, in cui si legge chiaramente che, nei trenta giorni che precedono le elezioni, è vietata "ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso – ivi compresi tabelloni, striscioni o drappi – in luogo pubblico, con esclusione delle insegne indicanti le sedi dei partiti".

Nonostante ciò, a Latina la collocazione priva di autorizzazioni di cartelloni elettorali lungo le strade o in vista è diventata ormai una cattiva consuetudine. Una consuetudine tra l’altro assai pericolosa perché fonte di distrazione per gli automobilisti, soprattutto se si considera che è avvenuta e continua ad avvenire in massima parte lungo la Pontina, ovvero lungo una delle strade con la percentuale più alta in Italia di incidenti.

A Latina è bene sottolineare come si sia passato oltremodo il segno. Non solo, infatti, cartelloni elettorali sono comparsi in bella vista sui terreni privati che affacciano sulla Pontina o sulle strade del centro della città, ma anche lungo i canali di bonifica e su porzioni di suolo pubblico. A tal proposito, dispiace rilevare come protagoniste di questa cattiva abitudine siano anche quelle liste che si sono sempre battute per la legalità e la trasparenza.

Sulla base di queste considerazioni, domani contatterò il commissario Nardone affinché vigili attentamente sulle affissioni elettorali e si attivi per sanzionare i trasgressori. Continuare a non farlo arrecherebbe oltre al danno la beffa, a causa del mancato introito che ne deriverebbe per le casse comunali.

Con questa lettera, inoltre, invito i candidati della nostra lista a smantellare immediatamente tutti i cartelloni o le affissioni che siano in contrasto con la legge. Si tratta di una indicazione chiara del nuovo corso che l’Udc intende imprimere all’intero scenario politico di Latina. Un segnale importante atteso da tutti i cittadini.

Sen. Michele Forte

[show_theme_switch_link] :: Contatore