Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Ex Svar, tentata violenza e bonifica

martedì 30 settembre 2008
Tentata violenza ad una 15enne alla ex SvarCaccia all'uomo per tutta la notte da parte della Polizia

Drammatica vicenda quella successa ieri sera nei pressi dell'area dismessa dell' ex Svar ad una studentessa 15enne di Latina, quando mentre stava per tornare a casa, nelle vicinanze del sito è stata avvicinata e afferrata per un braccio da un uomo vestito di scuro, uno straniero probabilmente Nordafricano che la trascina in disparte e quindi cerca di abusare di lei. La reazione della ragazzina, che in un momento di disperazione è riuscita a divincolarsi, le permette di fuggire. Tornata a casa ha raccontato tutto ai genitori i quali hanno immediatamente contattato il 113 ed in poco tempo la zona dove è avvenuta l'aggresione è stata piantonata e setacciata dagli uomini della Squadra Mobile, ma dell'uomo, di cui gli agenti hanno una descrizione avuta dalla studentessa, non ci sono tracce. La ragazza intanto viene trasportata al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Santa Maria Goretti" dove oltre ad un visibile stato di choc non gli sono state riscontrate ferite. La caccia all'uomo è proseguita per tutta la notte e gli investigatori potrebbero nelle prossime ore stringere il cerchio e catturare il ricercato.

Da Latinanotizie.it

== E dal sito del comune di Latina ===

Bonifica ex Svar, un altro passo avanti

Con ordinanza emessa dal tribunale di Latina in sede fallimentare, pervenuta in data odierna, è stata accettata la proposta del Comune di Latina per la cessione dell’area in cui è ubicata l’ex Svar per l’importo complessivo pari a 8milioni e mezzo di euro, accettando anche la decurtazione del 25% prevista e stabilita dalla legge Finanziaria per il 2008.
E’ chiaro che tale importo dovrà essere versato dalle cooperative già assegnatarie dei finanziamenti regionali.
Il Comune, che è titolare del potere espropriativo, dovrà riversare tali somme alla curatela fallimentare per chiudere il procedimento e consentire anche la bonifica ulteriore dell’area per il cui onere già si sono impegnati gli utilizzatori stessi nell’importo massimo di 1milione e 500mila euro.
L’Amministrazione Comunale dunque, pur non essendo proprietaria dell’area, è riuscita ad acquisire la stessa senza impegnare risorse proprie e quindi senza gravare il bilancio comunale con ulteriori oneri.
Una volta perfezionata la pratica dal punto di vista espropriativo (e ciò che avverrà in tempi brevissimi) a seguito di autorizzazione del Tribunale gli operatori potranno iniziare la bonifica del sito con l’abbattimento dei manufatti e l’avvio del progetto di riqualificazione che permetterà al Comune di acquisire l’area ex Svar e collocarvi un insieme interventi di edilizia residenziale pubblica – in particolar modo edilizia agevolata – che hanno già ricevuto finanziamenti da parte della Regione Lazio.
Il Piano di zona 167, area ex Svar quartiere R5, permetterà il recupero e la riqualificazione del sito dismesso dell’ex Svar, così come previsto all’interno del programma di edilizia economica e popolare varato dal Consiglio Comunale. L’intervento permetterà di soddisfare esigenze abitative per circa 170 alloggi. Comprenderà servizi, aree verdi, una piazza e spazi di aggregazione e consentirà la ricucitura del tessuto urbano del quartiere oggi penalizzato, appunto, dalla presenza dell’ex Svar, divenuta nel tempo un grave problema sociale oltre che urbanistico ed ambientale. L’intervento eliminerà un grave elemento di criticità in un ingresso importante della città "ma consentirà più in generale – dichiara il sindaco Zaccheo – di restituire dignità e qualità della vita ad un quartiere da troppi anni costretto a convivere con una situazione di degrado intollerabile".
Il sindaco ha voluto oggi il Prefetto, il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, il tribunale, le dirigenti comunali Caputi e Marinucci (edilizia pubblica e servizio espropri), il direttore generale dr. Mario Taglialatela e tutta la struttura comunale per un risultato importante che rappresenta uno snodo fondamentale per la soluzione dell’annosa vicenda.
Questo pomeriggio presso il Servizio Ambiente si svolgerà una conferenza di servizi finalizzata alla bonifica del sito Svar nel corso della quale si parlerà del progetto di demolizione, attività che rientra fra le opere di bonifica del sito.

Da comune.latina.it

 

Curioso che nello stesso giorno capitino due eventi del genere. E' da una vita (almeno dal mio punto di vista di 17enne) che quel posto è così mal messo. Dobbiamo assistere ad altre vicende simili a quelle della notizia della tentata violenza??

Enrico

0 commenti su “Ex Svar, tentata violenza e bonifica”

  1.  Avevamo scritto proprio stamani questo Comunicato a margine della vicenda della tentata violenza… tutto pare accedere improvvisamente e così tempestivamente, 'quasi incredibilmente'… ma noi vogliamo comunque ribadire quanto detto perchè non accada che fra qualche mese si stia nuovamente discutendo di un'altar vicenda caso ami la 34° della infinita storia "SVAR"… caso mai come la storia infinita della palazzina gialla di via Respighi… 

    Un nuovo episodio seriale del film "SVAR “ – Atto 33° – unica la variante di questo episodio è la tentata violenza carnale.Avevamo ribadito alcuni giorni orsono che probabilmente si sta aspettando un episodio di una gravità tale da suscitare una indignazione spropositata della cittadinanza, per risolvere il problema. STAVA PER ACCADERE!!! Sappiamo come finita, ma se la ragazza fosse stata ridotta all'impotenza ed abusata, se avesse reagito durante al violenza e non prima, forse sarebbe potuto esservi  un gesto spropositato del folle violentatore e la fine di una giovane vita. Dio ha voluto che la lucidità della ragazza evitasse il peggio. Ora, come allora, la domanda è la stessa che cosa si attende per eliminare quello scempio edilizio e ricovero per spacciatori, drogati, barboni e  scellerati di ogni specie? Forse la cultura necrofila di qualche amministratore ha bisogno di un cadavere per affrontare il problema… poi non si vengano ad attribuire colpe diverse, sarebbe solo di chi avrebbe potuto e non ha fatto sino ad ora . Perché stanno tollerando l'intollerabile per favorire forse qualcuno?  Così si interroga la gente e assiste indignata a quello spettacolo indecente che si trova alle “Porte della città”.  Da  qui una richiesta pressante e doverosa nei confronti di chi potrebbe ordinare alla proprietà di rendere inagibili i manufatti ivi esistenti, mediante la sua demolizione e interdizione al pubblico. Non si venga a parlare di spese da affrontare perché il solo valore dell’area può ristorare qualsiasi spesa, anche quella di una guardiania del sito. Come Segretario cittadino di ‘Italia dei Valori’, sento l’obbligo morale di farmi interprete della indignazione dei cittadini della zona che oltre che assistere a quello spettacolo di indecenza urbana, da oggi sanno 3e devono temere per la incolumità dei loro figli.   Chiede a S.E. il  Prefetto di intervenire, quale Organo territoriale del Governo di intervenire – con tutta la autorità che le conferisce  l’incarico cui è deputato –  presso l’Amministrazione Comunale affinché  si pongano in essere tutte le attività affinché la proprietà adempia a quanto prescritto dalla legge in materia di sicurezza dei siti dismessi, agibilità e guardiania dei manufatti di proprietà.

    Mario BERNARDIS

    Segretario Cittadino – “Italia dei Valori”-

  2. Caro Mario,

    complimenti per il tuo incarico di segretario cittadino Italia dei Valori. Ho perso qualche puntata, oppure hai tentato di far scivolare silenziosamente il tuo nuovo impegno politico, senza annunci e proclami? Questo conferma, se ce ne fosse stato bisogno, la tua pacatezza e la tua mancata voglia di protagonismo.

    Ancora complimenti e buon lavoro.

    Salvatore 

[show_theme_switch_link] :: Contatore