Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Buoni e incivili

mercoledì 23 novembre 2011

Si può essere buoni e incivili al contempo? Evidentemente sì!  E la dimostrazione è proprio davanti alla scuola Don Milani.

A Via Cilea abita qualcuno che si preoccupa quotidiamamente di dare da mangiare ai gatti randagi… Porta loro del cibo (tanto cibo!) e glielo serve proprio in corrispondenza della scala lignea distrutta dai vandali e dall'incuria dell'Amministrazione Comunale (ma questa è un'altra triste storia!).

Peccato che il nostro benefattore, che tanto ha a cuore i gatti, ogni volta che porta il cibo usa un contenitore di plastica o di alluminio che poi abbandona in loco.

Oggi il degrado è palese: alle macerie della scala lignea si sommano centinaia di piatti di plastica e di vaschette di alluminio che deturpano l'argine del canale Paoloni, proprio a pochi metri dal cancello della scuola frequentata da più di 1000 bambini e ragazzi dei nostri quartieri. 

Cosa c'è di più buono di chi aiuta disinteressatamente degli esseri viventi che altrimenti patirebbero la fame?

Cosa c'è di più incivile di chi abbandona rifiuti nell'ambiente?

In questo caso bontà e inciviltà convivono nella stessa persona; una sorta di dottor Jekill e mister Hyde nostrano che, con pochissima fatica, potrebbe benissimo ripulire l'area dopo l'opera pia, anche perchè a pochi metri ci sono i cassonetti di Latina Ambiente.

Persino i gatti apprezzerebbero un po' di pulizia in più.

Salvatore Antoci

0 commenti su “Buoni e incivili”

  1. I topi non apprezzerebbero.

    Magari, a mettere un cartello (un altro???) con sopra scritto: porta il pentolino da casa e riempi sempre lo stesso contenitore (opppure mettere lì una padella vecchia, un po' "abbellita") sarebbe una soluzione possibile…  Chissà se i topastri sono d'accordo, ma poi non ci si può lamentare della loro presenza, ve'?

  2. E degli escrementi che lasciano ovunque i  ns amici a quattro zampe ? Ne vogliamo parlare ? 

    Ce ne fosse uno/a che porti qualcosa per pulire il marciapiede dopo che l'incolpevole animale ha lasciato il suo "ricordino" .

    Sembra quasi che lo facciano di proposito. Qualche tempo fa, stanco di dover praticare lo slalom speciale sul marciapiede fuori il cancelletto pedonale del mio palazzo, ho voluto fare un esperimento. Ho apposto un cartello  rivolto agli irrispettosi proprietari dei cani. Ebbene, finché il cartello non è stato cancellato dalle intemperie il marciapiede è rimasto pressocchè pulito, ma poi ….

    Questo fa capire che le persone incivili hanno la coscienza sporca, e se qualcuno o qualcosa mantiene viva e attenta quest'ultima un minimo di risultato si potrebbe ottenere, altrimenti rimangono solo parole nel web.

    La mia proposta è di affiggere cartelli in ogni luogo della città, al fine di ricordare ai proprietari dei simpatici amici a quattro zampe le buone regole di civiltà.

    Anche se lo ritengo superfluo,  tengo a precisare che, ovviamente tutti i padroni di cani che puliscono le deiezioni lasciate dal loro amico non sono oggetto del mio biasimo, anzi sono persone lodevoli.  

    Ciao Freddy. 

[show_theme_switch_link] :: Contatore