Una proposta per la “fontana” del Q4

Una proposta per la “fontana” del Q4

A volte si fa fatica a scrivere un reclamo, ad esprimere pubblicamente una lamentela specie quando può, anche solo indirettamente, toccare il lavoro di un amico. A volte però è necessario innescare la discussione perché si arrivi a raddrizzare una situazione per la quale ci si sente offesi.

Si, offesi perché il denaro pubblico viene, e qui è proprio il caso di dirlo, giornalmente sciupato.

In occasione del Campionato dei Tiri con l’Arco svoltosi a Latina nel 2012 nel quartiere Nuova Latina, che si continua a chiamare Q4, sono stati eseguiti dei lavori che avrebbero dato importanza all’area.

Va da sé che le opere di ingegno devono essere tutte rispettate perché sono la risultanza di pensiero, di tempo e di realizzazione. Ma non per questo esse devono necessariamente piacere e, quindi, sono suscettibili di critiche.

Personalmente trovo alquanto singolare la FONTANA al centro della rotonda, struttura in cemento, che vuole rappresentare la “Q” del quartiere  e quattro pali che terminano con una lucina fioca in cima che identificano il numero del quartiere. Però, in complesso, tranne la illuminazione cimiteriale in alto,  non mi sarebbe dispiaciuto vederla in azione.

Che io sappia, ciò non è mai avvenuto; mai una goccia d’acqua è uscita dagli ugelli. La struttura, che in parte è metallica, ritengo sia soggetta ad arrugginirsi sicché essa, la Fontana, oggi, ad un qualunque viandante, rappresenta il monumento alla cementificazione, allo spreco e, quindi, all’inutilità.

Motivo del non funzionamento della fontana potrebbe dipendere dalla cattiva progettazione, ma sembra improbabile, o dall’incuria della Municipalità che si è disinteressata alla sua manutenzione e funzionamento. Comunque è un peccato che un’opera costruita con notevole dispendio di denaro pubblico sia abbandonata e rovinata dalle intemperie. Tre delle quattro estremità dei pali sono state asportate dal vento o prese di mira con una fionda ? Ma risponde a verità ciò che si sente dire e cioè che la fontana utilizza o dovrebbe poter utilizzare, qualora funzionasse, acqua  corrente a perdere così come tutti gli altri impianti cittadini???

Sarebbe auspicabile che qualcuno ponga mano a riattare quella costruzione. CI sono voluti mesi e mesi, con numerosi reclami senza risposta,  perché lo scempio delle bandiere lacere fosse rimosso. Quanto ci vorrà perché la fontana cominci a funzionare? E se non funziona per difetti di progettazione o di costruzione, perché non abbatterla e rendere la rotonda festosa piantandovi almeno un albero importante per il giusto godimento dei cittadini ???

Spero che questa lettera / proposta non sia ignorata.

 

Pietro Giovanni Liuzzi

Ferdinando Cedrone