Parte male la nuova strada in zona Pantaccio

Parte male la nuova strada in zona Pantaccio

In particolare nelle foto e nello scritto in oggetto si segnala le problematiche riscontrate nella strada di prossima inaugurazione nella zona di Pantanaccio.

Ciò che contestiamo oltre il fatto oggettivo dell’assenza della pista ciclabile è il metodo col quale la giunta Di Giorgi affronta queste tematiche.

Partiamo male.
Nelle foto sottostanti si vede una strada realizzata da mesi a Latina, che sarà inaugurata il prossimo martedì e che farà parte delle opere di urbanizzazione previste per il programma del Comune di Latina dal nome "Porta Nord" (Pantanaccio – Via Selene). Come si evince dalle foto, nella strada in oggetto, non è stata realizzata alcuna pista ciclabile come obbligherebbe la legge 366 del 1998 (ogni nuova strada costruita deve avere al suo fianco una pista ciclabile). Probabilmente a questo inconveniente si potrà porre rimedio con le strane alchimie dei risparmi d’asta, come già avvenuto nei lavori di realizzazione delle rotonde di Via Polusca, o addirittura attingendo dai capitoli di spesa (1.200.000 euro) del progetto Porta Nord che nello scorso Novembre è stato affidato con gara d'appalto ad una ditta locale.

Rivolgiamo all’amministrazione che avrà seguito senza dubbio l’iter realizzativo dell’opera in oggetto queste semplici domande: perché il progettista e la ditta che hanno costruito questa strada non hanno previsto la pista ciclabile come da obbligo di legge? Perché se prevista non è stata realizzata? Perché questo genere di infrastrutture per un Comune che si dice attento alla mobilità sostenibile arrivano sempre per ultimo e su sollecitazione? Inoltre un'ultima annotazione su come è stato progettato e realizzato il marciapiede che si vede in foto: qualsiasi persona su sedia a rotelle avrà grosse difficoltà ad utilizzare quel marciapiede per quanto stretto. 

Dario Bellini
Latina in Bicicletta

Ferdinando Cedrone