Le prime multe per i rifiuti mal conferiti

Le prime multe per i rifiuti mal conferiti

22 Maggio 2013

Tra i trasgressori: 5 cittadini e 19 tra studi professionali, negozi, attività commerciali. “L’attività – afferma l’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli – è iniziata all’interno della circonvallazione, in quanto essendo in essa la raccolta rifiuti effettuata attraverso i quattro cassonetti, è veramente inconcepibile pensare che c’è chi posiziona a terra il rifiuto per non fare la fatica di aprire l’apposito cassonetto.

C’è da sottolineare che l’azione sanzionatoria è partita dopo mesi di servizio volto ad informare il cittadino e quindi a prevenire la multa.

Ritengo fondamentale la condivisione da parte della gente che ambisce ad una città più pulita che gli atti di inciviltà debbano essere sanzionati e a tal fine lancio un appello alla partecipazione attiva da parte di tutti, affinchè il lavoro degli operatori ambientali sia agevolato e, dove possibile, aiutato dalla collaborazione e dalle segnalazione dei cittadini stessi.

Come ulteriore disincentivo stiamo verificando a livello legale la possibilità di rendere pubblici, a tutta la città, i nomi dei soggetti che si rendono recidivi alla pratica di posizionamento indiscriminato del rifiuto in mezzo la strada.

Nelle prossime settimane bisognerà anche coinvolgere gli enti preposti al fine di contrastare un altro inquietante fenomeno che mina fortemente i tentativi di ridare dignità al servizio di pulizia urbana, e cioè quello delle numerose bande che più o meno organizzate circolano incontrastate nella città con l’obbiettivo vero e proprio di saccheggiare le aree rifiuti al fine di prelevare il materiale differenziato, lasciando a terra situazioni di grande degrado".

Fabrizio Cirilli

Ferdinando Cedrone