Sopralluogo Q4 e Q5

Sopralluogo Q4 e Q5

Questa mattina una delegazione di Quartieri Connessi insieme al comandante della Polizia Municipale,  Col. Passaretti, e al presidente della Commissione Viabilità del Comune di Latina, Consigliere Lodi, ha effettuato un sopralluogo dei quartieri Q5 e Q4 per evidenziare alcune delle criticità del traffico, dei parcheggi e della segnaletica dei nostri quartieri.

Tra le criticità evidenziate si possono elencare:

  • segnaletica orizzontale sbiadita;
  • vecchia segnaletica orizzontale che riaffiora e predomina rispetto alla nuova creando situazioni di pericolo;
  • segnaletica veritcale incongruente o mancante;
  • condizione indecente dell’asfalto e la mancanza di parcheggi delimitati in quasi tutti gli spazi antistanti le attività commerciali (Largo Cesti, Largo Cavalli, Largo Cirri…);
  • mancanza di parcheggi delimitati a Largo Cilea;
  • mancanza di parcheggi riservati ai diversamante abili sia davanti il plesso scolastico di Via Cilea, sia davanti il plesso scolastico di Via Cimarosa;
  • fenomeno del parcheggio selvaggio davanti alla scuola Don Milani;
  • alcune problematiche di Via Respighi;
  • le 2 rotonde del Q4 senza precedenza all’anello;
  • segnaletica confusionaria su alcune inversioni di marcia di Viale Paganini;
  • segnaletica contraddittoria di Largo Carissimi;
  • mancanza di segnaletica in molti incroci;
  • mancanza di segnaletica (e di regole) negli accessi al Parco Oasi Verde;
  • strisce pedonali sbiadite e invisibili (specie dietro la scuola Don Milani);
  • semaforo a raso sulla Pontina.

L'associazione Quartieri Connessi ha apprezzato la disponibilità degli interlocutari istituzionali e spera che questi saranno in grado di risolvere alcuni dei problemi evidenziati. Quello che davvero servirebbe ai quartieri Q4 e Q5 e a Latina è una inversione di tendenza del gravissimo fenomeno dell’illegalità diffusa, del degrado e dell’inciviltà.

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle qualità del nuovo Comandante della nostra Polizia Municipale. Ci auguriamo vivamente che lo lasceranno lavorare senza troppi condizionamenti politici che spesso, lo sappiamo per esperienza, vanno in tutt’altra direzione rispetto ai veri interessi della collettività.

per Quartieri Connessi,

Salvatore Antoci

Salvatore Antoci