Percorso natura… snaturato

Percorso natura… snaturato

Proprio davanti alla scuola Don Milani, corre il fosso Paoloni. Un profondo canale di bonifica sui cui argini, insieme ad una fitta boscaglia semispontanea, crescono pure ancuni alberi di pregio e alcune specie autoctone di rilievo naturalistico. L'ambiente è altresì popolato da animali selvatici e da uccelli acquatici.

Anni fa fu realizzato un percorso natura, parte del progetto “Oasi Verde”,  consistente in un sentiero sterrato, un ponticello e una scala in legno che consentivano di fruire agevolmente di un delizioso angolo di natura semiselvaggia letteralmente a pochi metri di distanza da casa. Il sentiero era molto usato dagli studenti dell'Istituto Comprensivo "Don Milani" che venivano spesso accompagnati dagli insegnanti in bellissime e istruttive escursioni naturaliste. 

Peccato che il tutto sia stato devastato da due tra le peggiori piaghe che affliggonio Latina: le istituzioni latitanti e i vandali!

Il Comune, come suo solito, ha prontamente abbandonato a se stessa l’opera realizzata pochi anni fa grazie a dei fondi regionali, così i vandali, gli incivili e le intemperie hanno immediatamente occupato ogni spazio lasciato libero dalla latitanza delle istituzioni. Latitanza che non è solo mancanza di manutenzione, ma è anche mancanza di custodia e di controllo del territorio (la PM chi l’ha vista??), latitanza è essere sordi alle richieste dei cittadini, latitanza è non dare seguito alle segnalazioni e alle richieste di intervento, Latitanza è rispondere sgarbatamente al telefono, dire che "non ci sono pattuglie" dire che "non ci sono fondi", latitanza è non educare al rispetto del bene comune… insomma tutto il peggio a cui ormai siamo tristemente abituati da anni e anni di malgoverno e di mala amministrazione di questa nostra poverà città.

Salvatore Antoci

Sopra: il "Nonno Vigile" che ci ha segnalato questo grave degrado

 

Sopra: oltre al degrado la scala rappresenta un gravissimo pericolo

 

Sopra: la maggior parte dei gradini di questa scala sono crollati, probabilmente appositamante distrutti dai vandali

Sopra: al posto dei gradini sono rimasti degli enormi chiodi arrugginiti. Da notare il degrado e la spazzatura.

 

Sopra: il sentiero è ormai quasi irriconoscibile e a tratti completamente ostruito dalla vegetazione

 

Sopra: uno degli orribili cestini installati poco prima dei Campionati mondiali di tiro con l'arco 3D. Oggi sono quasi tutti divelti o piegati, comunque inservibili

Salvatore Antoci