Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Come è bella l’estate, vanno tutti in vacanza, meno l’inciviltà

lunedì 25 luglio 2011

Sarà il caldo, sarà l’apatia che prende molti di noi durante l’estate, il clima vacanziero, il sapere che ogni cosa è rimandata a settembre, ma certe situazioni proprio non riesco a vederle come “normali”…Torno dal mare, dove al terremoto di ieri sembrava voler far seguito una serie di piccoli tzunami, onde che ti portavano via con tutto il lettino, e decido di fare una passeggiata in bicicletta dal Q5 al centro di Latina, ovviamente in compagnia di amici e rispettivi figli..Dopo qualche centinaio di metri, una delle bimbe, per evitare i pali della luce siti nel bel mezzo del marciapiede simil-ciclabile del sottopasso del Morbella,  decide di crollare rovinosamente a terra, per ammaccarsi le ginocchia e lasciarvi un pezzettino del proprio dente…La prima riflessione è d’obbligo:sarebbe accaduto se ci fosse stata una vera pista ciclabile?Prestati i primi soccorsi alla povera bimba, più desiderosa del gelato promesso che impaurita e dolente per la caduta, decidiamo di andare avanti…tra percorsi ad ostacoli (e gli ostacoli maggiori erano i sacchetti dei rifiuti poggiate a terra e le auto parcheggiate lungo la pista simil-ciclabile) e gli automobilisti ignari della nostra esistenza, arriviamo superstiti in piazza del Popolo, con un profondo sentimento di stima e amicizia per quelle agognate panchine..nel più completo relax, mi vedo arrivare uno straniero che parcheggia la sua auto proprio davanti a noi…nulla di male, se non fosse che aveva lasciato l’auto nel bel mezzo delle strisce pedonali…totalmente incurante della mia faccia tendente all’incazzaticcio, gettava pure una pezzo di carta a terra (con il cestino a due metri da lui) e se ne andava senza colpo ferire…incastrato tra le bici delle bimbe, provo ad alzarmi per mostrargli il mio disappunto, quando vedo una bellissima coppia di ragazzi (italianissimi) fare la stessa cosa dall’altra parte della strada, con l’aggravante di creare ancora maggiori ostacoli alla circolazione…scendevano dalla propria auto (una macchinetta di quelle che si portano senza patente) e incontravano altre due ragazze, poco più che quindicenni, a cavallo di uno scooter posto esattamente in mezzo alla strada, a fare da spartitraffico umano per chi proveniva dal corso della Repubblica…anch’esse, gettavano i mozziconi delle loro sigarette a terra e continuavano ad intralciare il traffico senza che nessuno (tra l’altro) si lamentasse…e tutto questo, ovviamente, nella più tranquilla libertà di esercitare la propria inciviltà, grazie all’assoluta assenza di qualsiasi traccia di vigile urbano…solo a quel punto mi sono ricordato che siamo in estate e che tutto ciò accade solo perché siamo tutti più sereni e tranquilli e perché siamo tutti in vacanza….., e quindi tutto è lecito, tutto è “normale”……………o no??…….

E va bene…..,sapete che ho fatto? Ho deciso di andarmi a gustare un ottimo gelato al Polo Nord, quello  di Latina intendo… almeno per questa volta!

Ferdinando Cedrone

0 commenti su “Come è bella l’estate, vanno tutti in vacanza, meno l’inciviltà”

  1. Freddy vedrai che appena i Vigili Urbani rietreranno dalle ferie tutto cambierà… Cambierà sicuramante la mole dei sudoku abilmente risolti!

    Salvatore 

  2. Caro Freddy,

    la tua non è altro che la cronaca di una "giornata tipo" di chi abitualmente gira per le strade della nostra città in sella ad una bicicletta.

    Ieri parlavo con uma mia amica che ha un figlio diciottenne in carrozzina e mi ha detto della fatica fisica che ha provato nell'andare a fare una passeggiata in centro.

    Si tratta di ostacoli che difficilmente si possono rimuovere, parliamo di "concittadini" che parcheggiano auto davanti agli scivoli e scooter sopra i marciapiedi, precludendo a chiunque l'utilizzo per cui sono stati creati e costringendo chi non ha la possibilità di aggirarli ad un saliscendi dai marciapiedi, che vi assicuro, è faticosissimo.

    Purtroppo ci troviamo di fronte ad una massiccia presenza di mezzi a motori ed a uno spazio risicato per poterli parcheggiare.

    Diventa necessario, per non dire "vitale" PEDONALIZZARE IL CENTRO STORICO e mettere in sicurezza quella che ancora si ostinano a chiamare pista ciclabile, quando si tratta solo di una colorazione della pavimentazione! Inoltre le piste ciclabili dovrebbero essere realizzate sullo stesso livello del suolo stradale per evitare quei sali-scendi spesso pericolosi.

    La settimana scorsa, il nostro presidente Lorenzo, ha assistito a un incidente in cui è rimasto coinvolto un ciclista che stava percorrendo la Pista Ciclabile in via del Lido e all'altezza di un distributore un automobilista ha attraversato la pista non accorgendosi del suo arrivo investendolo!

    Per quanto riguarda i controlli, ci troviamo davanti ad un'altra PIAGA della nostra città. Credo che i Vigili Urbani fanno del tutto per non svolgere i controlli di routine, perché hanno paura di essere aggrediti da molti "delinquentelli" che girano indisturbati da molti anni sbattendosene del codice della strada ed anche delle più elementari norme di civiltà.

     A questo punto aspettiamo, con ansia, gli interventi di questa nuova amministrazione, che ha scelto come slogan "la politica del FARE", quindi speriamo FACCIANO qualcosa SUBITO per ristabilire quel sano equilibrio e ridare ai cittadini una città vivibile e sicura.

    Un abbraccio

    Bruno

    PS: stiamo facendo una campagna di tesseramento a "Latina CiclAbile – FIAB" contiamo di diventare una bella e grande realtà, quindi invitiamo tutti ad aderire per lavorare insieme nel progettare una città CICLABILE!

    info e adesioni: latinaciclabile@gmail.com

     

    Allegato: PannelloLTC.jpg

  3. Caro Salvatore, (sempre che non l'abbia già fatto), invece di lamentarti su questo sito della mancanza degli Agenti di Polizia Municipale, perché non vai dal Sindaco e gli chiedi com'è possibile che in un turno di una città capoluogo di provincia, ci sia UNA pattuglia in servizio???? Riguardo al sudoku…meglio Spider a quattro semi!!!

  4. Fresco fresco di stampa!

     E il nostro assessore cosa intende fare?

    UNA PATTUGLIA DEI VIGILI FISSA OGNI SERA, DALLE 20 ALLE 2 DI NOTTE

    Ciclabile Vittor Pisani, arrivano i paletti

    Continua la battaglia dell'assessore Maran contro la sosta selvaggia: dopo le multe, il cordolo

    MILANO – Un cordolo di un vivace colore giallo, corredato di paletti muniti di catarifrangenti. Impossibile non vederlo, impossibile superarlo con l'auto. E' la nuova mossa della «battaglia» intrapresa dal neo assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran per difendere dalla sosta selvaggia la pista ciclabile di via Vittor Pisani (e a seguire altre ciclabili in città). Già il 6 luglio l'aveva annunciato con un comunicato: «Proteggeremo la pista ciclabile dalla sosta selvaggia. Ieri sera la Polizia Locale ha effettuato 35 rilievi di sosta irregolare, 6 contestazioni e 6 rimozioni forzate dei veicoli che avevano parcheggiato sullo spazio riservato alle biciclette. La presenza degli agenti sarà rafforzata nei prossimi giorni». Nel comunicato Maran aveva annunciato l'arrivo dei paletti gialli: «Stiamo lavorando affinché la pista ciclabile di via Vittor Pisani sia utilizzabile realmente ed esclusivamente dalle biciclette anche attraverso la realizzazione delle protezioni infrastrutturali, che in alcuni tratti non sono state fatte. Faremo lo stesso anche con le altre piste ciclabili che si trovano nella medesima situazione». 

    Allegato: vit_03_672-458_resize.jpg

[show_theme_switch_link] :: Contatore