Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Stacchinaggio Civile 2

giovedì 28 aprile 2011

Anche a Latina ci sono i candidati civili, quelli che hanno scelto di non sporcare la città coi loro manifesti elettorali abusivi, quelli che hanno scelto di rispetare la legge…

…e poi ci sono gli incivili, la stragrande maggiornaza, quelli che hanno deciso di calpestare la legge, di insozzare Latina coi loro faccioni indecenti, quelli che il senso civico nemmeno sanno dove sta di casa. Gente arrogante e, a volte, persino ignorante e stupida, tipo il candidato che ha scelto uno slogan che più o meno dice: "tutto quello che non è espressamente vietato dalla legge è consentito" e intanto ha devastato Latina coi suoi manifesti affissi in totale spregio di quella stessa legge che dice di rispettare, dimostrando di non capire il significato di quello che ha scritto!

Per mandare un altro forte segnale a questi incivili e alle Istituzioni (che, ancora una volta, hanno scelto il comodo letargo) martedì 3 maggio replicheremo la manifestazione "Stacchinaggio Civile".

Vediamoci alle 17:30 (puntuali!!) al Q4, Viale Paganini, davanti al supermercato SIDIS.

Il percorso (già comunicato alle Forze dell'ordine) lo manteniamo segreto, per tutta una serie di considerazioni di cui vi diremo. Quindi è importante che chi vuole partecipare sia davanti al SIDIS del Q4 PUNTUALE!!

La manifestazione è promossa da Quartieri Connessi, www.q4q5.it, Legambiente, RinascitaCivile, M.A.S.C.I. Latina1 e Italia Nostra.

Tutti sono invitati a partecipare!

Per favore: no ai simboli di partiti e/o di liste civiche e no ai tentativi di strumentalizzazione che ci sono stati lo scorso 19 aprile! 

Salvatore Antoci, presidente QC

Allegato: Stacchinaggio_Civile2_volantino_A5.pdf 

Allegato: Stacchinaggio_Civile2_volantino.pdf 

Allegato: richiesta_scorta.pdf

0 commenti su “Stacchinaggio Civile 2”

  1. Mi sembra giusto, come ha fatto Salvatore, sottolineare che trattandosi una manifestazione promossa da associazioni di volontariato, è indispensabile evitare di presentarsi con maglie, loghi, bandiere, ecc… di qualsiasi lista o partito, proprio per evitare qualsiasi tipo di strumentalizzazione e fraintendimento. Tutti possono partecipare, candidati compresi, ma in veste di cittadini evitando di rilasciare interviste a nome del comitato promotore. Grazie per la disponibilità e comprensione.

    Bruno 

  2. Anche se per me, che non lavoro a Latina, l'orario ed il giorno sono un pò antipatici… cercherò comunque di esserci anche se con un pò di ritardo !

  3. Lo stacchinaggio sta producendo già i suoi frutti!

    Stamattina, esattamente il giorno prima della manifestazione stacchinaggio civile 2,  due vigilesse seguivano il lavoro di due operai, con un camioncino, che stavano ripulendo dai manifesti illegali muri, cabine, pali, tabelloni ecc. ecc. nel quartiere Q4, in prossimità del centro commerciale…  

     

  4. Ed ecco il seguito di questa interessante mattinata: sempre la polizia locale con gli operai hanno continuato a ripulire dai manifesti abusivi la zona in prossimità del centro Morbella,

    Allegato: PICT0018.JPG

    Allegato: PICT0028.JPG

    dalle foto scattate al volo si può vedere che il muro della scuola che si trova davanti al centro commerciale, vicino all'incrocio, è stato interamente ripulito e che gli operai hanno riempito il camioncino di manifesti staccati,

    Allegato: PICT0027.JPG

    Allegato: PICT0025.JPG

    inoltre si possono vedere gli stessi al lavoro mentre ripuliscono, sempre scortati dai vigili, la centralina per il rilevamento dell'inquinamento dell'aria all'incrocio del centro Morbella…

    Allegato: PICT0024.JPG

    Allegato: PICT0030.JPG

    Allegato: PICT0031.JPG

    mi auguro che questo sia solo l'inzio di una operazione di ripulitura dell'intera città e di un segnale forte che l'amministrazione e le forze dell'ordine hanno inteso dare ai cittadini, candidati e non, per il ripristino della legalità di cui tanto si sbandiera nei vari slogan elettorali…  quindi la nostra manifestazione di stacchinaggio civile non sarebbe stata vana. 

  5. Che peccato! E ora domani che si stacca?

    Scherzo, naturalmente.

    No Francesca, le manifestazioni di stacchinaggio non sono in nessun caso vane (certo, un orario più agevole per i pendolari non sarebbe male!).

    L'amministrazione ha bisogno di sentirsi spalleggiata dall'opinione pubblica nella sua opera (comunque tardiva) di ripristino della legalità.

    A mio avviso è lì e solo lì che si gioca la partita.

    Ho vissuto per oltre 6 anni, in due diversi periodi, nell'hinterland milanese. Ovviamente sono incappato in diverse tornate elettorali, sia nel comune di domicilio, sia nei dintorni (una volta anche in gita a Parma alla vigilia delle elezioni).

    Inutile dire che situazioni come quelle che dobbiamo subire nella nostra città sono totalmente sconosciute. E questo indipendentemente dal "colore" dell'amministrazione.

    Differenza antropologica di tipo genetico? Io non credo. Semplicemente a quelle latitudini l'illegalità non viene tollerata, perché c'è la consapevolezza che, così facendo, l'intero tessuto sociale ne risentirebbe drammaticamente.

    Prima della prossima tornata elettorale bisognerà tentare di anticipare il sorgere del problema, provando, per quanto ci sarà possibile, a promuovere l'adozione, da parte dell'amministrazione comunale, di un regolamento che preveda l'immediato addebito degli oneri di pulizia a coloro che commissionano la pubblicità abusiva. A mio avviso solo agendo sul portafogli, naturalmente verificando l'applicazione delle regole, possiamo sperare di migliorare sostanzialmente la situazione.

    Giulio

     

  6. Invito tutti ad inviare un'email di apprezzamento per aver finalmente dato un segnale importante ai candidati e a tutti i cittadini che vorrebbero fosse ristabilita la Legalita nella nostra città, cominciando proprio da chi si propone per amministrarla. Siamo stanchi di subire queste ondate di inciviltà ogni volta che arrivano le elezioni. Esistono le "Regole" e chi ci amministra deve essere il primo a rispettarle e farle rispettare!

    Inviate un email a questi due indirizzi dove chiedete una continua ed efficace opera di controllo su tutta la città, facendo notare che tutte le impalcature elettorali sono ABUSIVE e devono per Legge essere rimosse!

     

    VIVA LA LEGALITA'!

     

    BRUNO 

     

    servizio.polizialocale@pec.comune.latina.it

    segreteria.generale@pec.comune.latina.it 

  7. La manifestazione di oggi pomeriggio è annullata.

    Prendiamo atto della volontà delle Istituzioni di contrastare il degradante fenomeno dei manifesti elettorali illegali in tutta la città (oggi la squadra sta operando a Latina Scalo!) e restiamo in attesa di vedere quali risultati si riescono a raggiungere.

    La cosa che ci appare più importante a questo punto è che il Prefetto abbia la volontà di far pagare i responsabili (i committenti, cioè i proprietari dei faccioni) delle affissioni illegali, sia le multe, ma sopratutto chieda il risarcimento delle spese sostenute per ripristinare lo stato dei luoghi.

    Per questo motivo, manderemo presto una richiesta al Prefetto per sollecitarlo a non scaricare sulla collettività le spese sostenute per arginare la mandria di incivili che sta devastando Latina. 

    Salvatore Antoci

  8. Caro Salvatore,

    in questi ultimi giorni c'è un'invasione allucinante di stendardi e pannelli su lampioni, alberi, cartelli e segnalazione stradale. Noi cittadini Civili sentiamo quel "sano bisogno" di staccare questa invadente presenza di arroganti candidati in ogni dove. Quindi vorrei chiedere ai più volenterosi di "armarsi" di taglierino e tronchesi e fare il giro di tutto l'anello della seconda circonvallazione e staccare TUTTO! Non fermiamoci!

    Bruno 

  9. Caro Bruno,

    staccare i manifesti illegali dei candidati incivili è un diritto/dovere di qualsiasi cittadino onesto. Non sevono permessi o autorizzazioni… consiglio solo, per motivi di sicurezza, di muoversi in gruppo e di avere sempre il munero della polizia a portata di mano. Purtroppo un incontro spiacevole con gli attacchini degli incivili è sempre in agguato.

    Salvatore

  10. Concordo pienamente con il candidato al Consiglio Comunale (di cui all'allegato) per aver deciso per questa tornata elettorale di NON sporcare la nostra città con nessun tipo di manifesto.

    Vincenzo

    Allegato: corriere_pontino_30_aprile.jpg

  11. E' necessario precisare che la maggior parte dei candidati al consiglio comunale ha deciso di non utilizzare manifesti elettorali, basta farsi due conti e vedere quante sono le liste presentate, ciascuna con 32 nomi, per capire che la maggior parte non ha affisso alcun manifesto… naturalmente però bastano i soliti per ridurre la città a un immondezzaio… infatti a guardare bene sono più o meno sempre gli stessi gli autori delle affissioni;  peraltro anche tra i candidati a sindaco vi sono quelli che non hanno affisso alcun manifesto e quelli che hanno imbrattato alla grande, naturalmente anche i mezzi economici fanno la differenza… chi più spende più imbratta, chi è più arrogante poi lo fa anche su edifici pubblici senza esitare, della serie: a casa mia faccio i miei comodi!

    francesca

  12. troppo facile stare in lista in un partito o una lista che viola le regole e distinguersi per non farlo. 

    chi corre per le comunali con candidato a sindaco uno tra Moscardelli e Di Giorgi, per dire i due più infestanti, non si può dire estraneo al degrado urbano che ne deriva. 

    la lista di cui faccio parte ha il rispetto delle regole nel proprio dna e non solo a chiacchiere, lo dimostriamo nei fatti. 

  13. Baol ha scritto:

    E' necessario precisare che la maggior parte dei candidati al consiglio comunale ha deciso di non utilizzare manifesti elettorali, basta farsi due conti e vedere quante sono le liste presentate, ciascuna con 32 nomi, per capire che la maggior parte non ha affisso alcun manifesto…

     

    Francesca, detta così si potrebbe essere indotti a pensare che il fenomeno non sia proprio così diffuso come sembra e soprattutto che i civili siano in numero maggiore degli incivili.

    In realtà, a mio avviso, a questi 32 nomi a cui fai riferimento, andrebbero sotratti quelli (che poi sono la maggior parte) che hanno trovato posto dentro la lista solo per fare numero (per arrivare al quorum o a cui è stato dato come compito quello di accalappiare un minimo di preferenze di qualche familiare).

    Questi non hanno alcun interesse ad affiggere manifesti (nè illegali ma tanto meno legali), e per dare senso alla riflessione, andrebbero estromessi per approdare a una corretta valutazione del fenomeno.

    Stando così le cose, la pratica affissiva di inciviltà dimostra connotati ancora meno rosei di quanto si possa credere.

    Massimo.

  14. Certamente, non ho voluto indagare le ragioni per cui la maggior parte non li ha affissi… ovvio che non siano tutte legate ad una scelta di civiltà e rispetto della legge. E meno male che non ci si sono messi tutti ad attaccare a destra e a manca,  o avremmo avuto questo sfacelo elevato all'ennesima potenza… giusta anche l'osservazione di cui sopra, che a fare i paladini della legalità portando come candidato a sindaco uno che sta incartando alla grande la città mi pare quanto meno un controsenso… se ci credi in certi principi come minimo ti viene l'orticaria, diversamente nell'allegra brigata ci stanno bene tutti… avanti c'è posto

  15. Caro Crippo,

    non ti sembra di essere un po' ingeneroso nei confronti di chi ha fatto una scelta di coerenza. Io sono nella lista dell'UDC, come ho già detto in altro post, abito in Q5, esattamente in via Lulli, ma non mi sembra di aver imbrattato nulla nel mio quartiere, ne in altre zone della città, a differenza di altri, anche presenti nella mia lista, che si sono impadronati delle piazze dei nostri quartieri, come se avessero "marcato il territorio".

    Al contrario di quanto sostiene qualcuno, ho il garage pieno di manifesti, che non ho chiesto, ma che il partito mi ha stampato credendo di farmi un piacere, quindi non è la mancanza di mezzi, ne la consapevolezza di essere "un portatore d'acqua", ad impedirmi di fare lo scempio a cui stiamo assistendo.

    Tu dici che è "troppo facile stare in lista in un partito o una lista che viola le regole e distinguersi per non farlo", potrei sostenere che è il contrario, soprattutto perchè le scelte in controtendenza sono sempre le più difficili da sostenere. Prova a stare in un contesto dove la maggioranza la pensa ed agisce esattamente al contrario di te.

    L'inciviltà dilaga, anche nel palazzo dove abito c' è un candidato che  ha esposto sulle mura condominiali lo striscione del sindaco che appoggia, ma non per questo ho fatto lo stesso, anzi ho evitato di entrare in argomento, al fine di non rompere il rapporto di buon vicinato.

    Auspico che gli elettori sappiano fare le giuste scelte, anche alla luce di tutto quello che si vede in giro, assicurando alla città un gruppo di persone mosse solo dallo spirito di servire e non di essere serviti.

    Un saluto.

    emmeti 

  16. Caro Maurizio Trocciola,

    ha ragione, è davvero difficile combattere le battaglie "dall'interno " quindi ha tutto il mio rispetto per il corraggio e l'esperienza che si accinge a fare e non solo per quel che dice (facile) ma anche per ciò che NON DICE (o potrebbe facilmente affermare).

    Lei non si è accorto che accidentalmente sta discutendo con chi ha fatto suo il detto "se due italiani si incontrano al bar e si trovano d'accordo fondano un partito", quindi "parole gettare al vento" oppure "perle ai porci" scelga lei, la frantumazione, l'incapacità di lottare partendo da ciò che ci accumuna e la ricerca di regole personali da imporre "agli altri" sono il male che ci perseguita e che ci ha portato sin qui.

    Detto questo le auguro il successo (ma non ci credo per aver vissuto situazioni simili), io non voterei mai UDC, ma le servirà comunque , questo è il vero valore aggiunto di queste battaglie che nessuno vuol combattere, ti fanno crescere e ti rendono consapevole, sempre ovviamente che si abbia "spessore".

    Auguri, lei è un "avversario" temibile e degno di rispetto, spero di conoscerla a tempo dovuto.

    Bill-

  17. Caro Guglielmo,

    grazie per il sostegno morale.

    Ho sempre creduto che le migliori vittorie sono quelle ottenute ad armi pari.

    Passato questo periodo avremo sicuramente occasioni di conoscerci.

    I migliori auguri anche lei.

    emmeti.

  18. gentile sig. emmeti,

    vediamo di capirci. se io devo fare un viaggio e chi mi da il passaggio non rispetta le regole della strada, o cerco un altro passaggio o resto a casa. se sono già in auto e mi accorgo che chi guida non rispetta le regole della strada, chiedo di fermarsi e scendo. nessuno è obbligato a candidarsi o a fare campagna elettorale. lo fa se ce ne sono le condizioni e se c'è un progetto a cui aderisce, in cui si trova in sintonia. se lei è una persona dedita alle regole ed il partito dove si candida è un partito che viola le regole, che ad esempio candida indagati ed inquisiti per mafia, è una sua scelta candidarsi in questo partito, ma non può fare il finto tonto e fingere che lei con la linea del partito non centra nulla. 

    io sono candidato in un movimento che ha tra i cardini il rispetto delle regole di convivenza e della legge. dunque io non sporco, non infesto la città e menchemeno lo fanno gli altri candidati della mia lista. è una questione di coerenza e di educazione civica. se l'UDC le stampa i manifesti per imbrattare la città contro la sua volontà, probabilmente lei hai sbagliato partito 😉

  19. Caro Maurizio, come volevasi dimostrare questo è "il feroce manicheismo dei giovani" che avevo già citato, se poi non si è più giovani…. è facile che tale forma di estremismo (camuffato da purezza e con volgari fini di proselitismo) prima o poi si manifesti come prevaricazione e, a volte, se contrastata efficacemente diviene addirittura aggressione verbale sino a poter sfociare in violenza fisica. La storia ce lo ricorda, si ripete sempre ciclicamente con varianti che fanno sembrare i fenomeni diversi, ma non lo sono, si inizia sempre cosi, con L'INTOLLERANZA, vedi Giacobinismo (http://it.wikipedia.org/wiki/Giacobinismo) o Sacra Inquisizione (http://it.wikipedia.org/wiki/Inquisizione).

    Queste persone le puoi trovare ovunque, anche nelle religioni, anzi, tali forme di fanatismo hanno molti punti in comune con il culto, spesso infatti fanno leva su una impropria necessità di "devozione" piuttosto che di "ragione", figurarsi se non possono trovarsi in politica sotto le spoglie di pseudo antipolitici, un ossimoro naturalmente.

    Maurizio, continui a combattere tranquillamente le sue battaglie "interne" importanti quanto quelle "esterne", sono sicuramente quelle più difficili e temerarie (solo menti solide possono combatterle) ma sono anche le più gratificanti e produttive poiché gli effetti che sortiscono sono l'avvicinamento reale all'uomo e la "distruzione" delle sole cellule malate (cancerose). Lasci agli altri il trattamento totale contro l'intero organismo per combattere un piccolo cancro, essi non hanno fiducia nell'umanità, non sono quindi interessati a salvarne l'essenza, il buono che vi è.

    I nostri "Padri" hanno combattuto sul serio per darci questa democrazia, lo hanno fatto contro il peggio e a mani nude, seppure imperfetto questo sistema ereditato (fatta di leader e partiti costituitesi bene o male regolarmente) merita di essere rispettato e migliorato non di essere distrutto. Gli "infedeli" si nascondono ovunque e forse il problema è proprio questo, manca la considerazione per il cittadino e per chi decide di votare quando non si condivide il merito.

    Ancora auguri, Bill-

  20. Caro Sig. Crippo,

    avevo deciso di non risponderLe per non continuare una discussione alquanto sterile, ma ho pensato che meritasse qualche risposta a soddisfazione delle sue affermazioni.

    In primo luogo, non penso che chi affigge i manifesti elettorali nei luoghi consentiti assuma un comportamento deprecabile. E' un vecchio modo  di fare propaganda, ma che fino ad oggi ha pagato. Poi si può discutere su altri mezzi, anche più ecologici, che troverebbero sicuramente tanti proseliti a partire dal sottoscritto. Ad esempio c'è un candidato che ha impegnato il denaro destinato per la campagna vecchio stile per comperare degli alberi e piantarli nel parco adiacente l'ospedale. Neanche la distribuzione a mezzo del volantinaggio è un'azione condannabile. Infatti, durante tutto l'anno, il volantinaggio è largamente diffuso a scopi pubblicitari ed è lasciato alla cura del singolo cittadino la scelta di civiltà o di inciviltà. La visibilità offerta dai media è quasi appannaggio dei soliti noti. Personalmente a me è stato consentito un brevissimo monologo della durata di 2 minuti, passato a chissa quale ora, e sicuramente tagliato in malo modo. Non sarebbe stato forse più bello e democratico consentire a tutti la possibilità di avere un confronto e di esporre in modo più lineare i propri intendimenti ?

    Come mi sembrava di aver fatto capire, sono consapevole che anche nel cesto dell'UDC c'è qualche mela marcia, ma non mi sembra che questo giustifichi l'eventuale scarto di tutto il cesto. Le idee che costituiscono le fondamenta del mio partito, sono tra le più belle, ed è la salvaguardia delle stesse che mi fa restare in seno ad esso. Anche nella chiesa ci sono dei sacerdoti che sbagliano, ma non per questo  si può condannare l'intera istituzione clericale, e nemmeno si può dire che sbaglia un giovane che decide di entrare a far parte di quella famiglia. Quello che in poche parole voglio farLe capire è che non sono le idee ad essere imperfette, sono gli uomini ad esserlo, ma per fortuna gli uomini passano e le idee restano.

    Visto che forse Le sarà sfuggita la presentazione della lista dei candidati UDC al consiglio comunale, La prego di prestare attenzione sui componenti della stessa, dove a parte gli ex consiglieri Fanti, Anzalone e Sovrani, ci sono altre 29 persone, provenienti da ogni ceto, con professionalità varie, che  prestano il loro tempo libero per il bene comune. Inoltre, a me non risulta che ci siano indagati ed inquisiti per mafia. Se poi Lei allude a quanto avviene su scala nazionale, il famigerato Toto Cuffaro, condannato a 7 anni di reclusione, il giorno dopo la condanna si è presentato con il suo trolley a Rebibbia e si è fatto aprire le porte, quindi con tanta dignità sta scontando la giusta pena per gli errori commessi.

    Ora credo che la dovremmo finire con queste piccole schermaglie, meglio dedicarci alla ns campagna se non vogliamo che i ns veri avversari l'abbiano vinta facilmente.

    Rivolgo a Te ed a Guglielmo i più sinceri auguri per un buon risultato.

    emmeti 

  21. Gent.mo Emmeti,

    non entro nel merito della questione politica, sulla quale, come comprenderà, prefirisco glissare…

    le voglio però porre due quesiti:

    1) quali sono i manifesti affissi nei luoghi consentiti…?

    è al corrente che tutto ciò che è stato affisso prima che siano stati montati i pannelli appositi e che ancora stanno tappezzando Latina, era ed è fuorilegge?

    è al corrente che anche molti esponenti del suo partito hanno contribuito a questo degrado ambientale, civico e culturale?

    tutto ciò per lei è normale?

     

    2)  mi potrebbe togliere una curiosità?

    quali sono i suoi avversari politici? da quanto ha scritto sembra siano gli stessi dell'utente Crippo

    a me, non risulta, o sbaglio?

    …..le faccio queste domande con il massimo rispetto, anche e soprattutto per il suo modo garbato di porsi.

    Cordiali saluti

    ferdinando cedrone

  22. Caro Freddy,

    rispondo alle sue domande molto serenamente:

    1) il regolamento visionabile al seguente link disliplina le affissioni:

      http://www.prefettura.it/FILES/AllegatiPag/1139/protocollo%20propaganda%20elettorale%202010%20%28Latina%292.doc

    Ogni candidato deve rispettare le disposizioni in esso allegate. Gli spazi consentiti, di norma collocati non lontano dai seggi,, facilmente riconoscibili, distinti in tre aree,  sono a disposizione dei candidati alla carica di sindaco, dei candidati al consiglio comunale ed ai fiancheggiatori. Se si vuole essere molto pignoli, è previsto che ogni lista ha un proprio spazio assegnato, ad esempio l'UDC dispone dello spazio n. 14 nella struttura designata ai candidati consiglieri. Non ritengo normale lo scempio a cui stiamo assistendo in questi giorni, ma non mi ritengo corresponsabile delle scorrettezze altrui, ai miei colleghi di lista ho sempre esternato la mia totale disapprovazione.

    I miei avversari sono principalmente chi la pensa diversamente da me, non mi piacciono gli estremismi e nemmeno i giustizialisti, comunque il principio di ogni confronto è in primis il rispetto del tuo competitore, che devi battere ad armi pari, quindi anche il sig. Crippo è un mio avversario. Come ben sai, soprattutto nelle amministrative i candidati sono tutti contro tutti. Gli sgambetti e le pugnalate arrivano anche dai tuoi stessi compagni d'avventura (a bocce ferme ne discuteremo ….).

    Il mio pensiero in questi giorni, da comune cittadino di un quartiere di periferia, oltre a quello di ottenere un ottimo risultato elettorale, è quello del reale pericolo di una futura mancanza di rappresentanti del popolo radicati sul territorio. Con la soppressione delle circoscrizioni, ogni quartiere o borgo non avrà più l'attenzione del consigliere di circoscrizione e per assurdo potrebbe accadere che due grandi quartieri, come q4 e q5, in cui vi abitano circa 30.000 persone, potrebbero paradossalmente non esprimere neanche un consigliere a fronte degli 8 mediamente eleggibili. Sarebbe allora più che mai utile il compito di un sito come questo a farsi  portavoce dei problemi che affliggono la cittadinanza.

    Cordiali saluti.

    Maurizio Trocciola

  23. Gent.le Emmeti,

    forse non ci siamo capiti, o non mi sono spiegato.

    I miei dubbi sono nati da questa sua frase:

    In primo luogo, non penso che chi affigge i manifesti elettorali nei luoghi consentiti assuma un comportamento deprecabile

    A questa affermazione ti ho chiesto delucidazioni semplicemente perchè ti volevo far presente che la stragrande maggioranza dei manifesti elettorali affissi sono stati appiccicati (è proprio il caso di dirlo) ovunque tranne che negli spazi appositi…questi ultmi, semmai, rappresentano un misera minoranza.

    Per tale ragione il comportamento deprecabile non andava riferito a quelli affissi regolarmenti, bensì a tutti gli altri.…colgo inoltre l'occasione per ringraziarti delle fiduia che riponi nel sito q4q5.it, utile per colmare il vuoto che si creerebbe per mancanza di candidati locali (residenti cioè in q4 e q5 ) qualora nessuno di questi venisse eletto

    devo però farti notare che negli anni passati in questi quartieri hanno risieduto numerossissimi consiglieri, sia comunali,  sia circoscrizionali, ma se ti chiedo una sola opera legata all'attività di qualcuno di loro, sapresti indicarmela?

    credimi, non voglio essere sarcastico, ma affinchè in questi quartieri, come nel resto della città, si faccia della politica seria, non basta essere del luogo!

    un caro saluto

    freddy

  24. perdonatemi ma io questo signore, oltre a non averlo mai visto ne sentito, non lo comprendo. mi paiono le sue delle farneticazioni senza costrutto alcuno. 

    lascerei cmq perdere i preti, quelli che si comportano male come quelli che si comportano bene. chi è eletto per amministrare la cosa pubblica ha altri doveri e responsabilità. 

    buona notte.

  25. Non mi lascio trascinare in una lite inutile ! Perciò no comment.

    Anch'io non la conosco e per questo non mi strapperò le vesti.

    Tanti auguri.

    emmeti

  26. Il candidato al Consiglio Comunale del Movimento 5 Stelle Latina (nonché Meetup 256) CRISTIAN IANNUZZI detto Crippo scrive riferendosi al parere di altri che sono "farneticazioni senza costrutto": perché le farneticazioni hanno un costrutto? Farneticare significa "dire cose assurde, senza senso, vaneggiare, delirare", peraltro costituisce un insulto. Tutto come prevedibile? Si, l'intolleranza "prima si manifesta come prevaricazione, poi diviene aggressione verbale" e tutto questo solo perché non si è in accordo, questa è malcelata inciviltà, mancanza di rispetto, antidemocrazia.

    Crippo è l'unico assieme al "leghista" che su questo sito ha usato termini dispregiativi, direi che fanno una bella coppia, peraltro leggendo cosa scrive altrove si scopre che è un affermato anticlericale e che "scatta" ad ogni riferimento religioso.
    Questo per me è il tipico caso VERO ove si misurano CONCRETAMENTE senso civico e responsabilità della comunità, non attendere che siano "altri" ad occuparsene (lavandosene le mani) ma difendere i diritti altrui e non solo perché " oggi tocca a lui e domani potrebbe toccare a me", ma semplicemente perché è GIUSTO.
    Tanto era dovuto a tutti voi (scusa Freddy) ma il mio senso civico non mi permette di "guardare dall'altra parte" mentre si attacca la persona e il pensiero di un civilissimo "concorrente politico" (scusa Emmeti so che sai ben difenderti ma è una questione da stigmatizzare in quanto riguarda TUTTI), non intendo ribattere altro, che cuocia nel suo brodo e sia rintracciabile dai motori di ricerca.
    "La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo. Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo. Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia. Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore. Qui ad Atene noi facciamo così. " Pericle, Discorso agli Ateniesi, 461 a.C.
    Bill-
  27. Signor Guglielmo,

    Sicuramente sono una persona ignorante, ma di quello che scrive, faccio molta fatica a leggerlo e non riesco proprio a capirlo.

    Purtroppo non sono cresciuto nei salotti, ma in strada, dove vigeva la maniera " parla come magni".

     

  28. Gentili signori,

    non  per ergermi a moderatore, ma sarebbe il caso di smorzare i toni, non mi fa piacere essere insultato, ma ho scelto di non raccogliere le provocazioni per rispetto alle tante persone civili che frequentano il sito.

    Le chiacchiere stanno a zero ! Stamane presto, sono andato in centro ed ho assistito allo scempio commesso questa notte, alberi, cassonetti, muri, pali …. non è stato risparmiato un solo spazio. Tra gli autori sicuramente potrebbe esserci qualche mio collega di lista, ai quali non mancherò di esternare la mia totale disapprovazione per l'inciviltà commessa. Auguro a tutti questi signori, indipendentemente dal colore politico e dalle ideologie (se mai ce ne fossero), la totale disfatta politica ad opera dei cittadini finalmente consapevoli del proprio potere.

    In cuor mio spero che finisca tutto al primo turno, non per altro, ma solo per risparmiare a questa martoriata città altre due settimane, forse ancora più terribili.

    Un saluto.

    emmeti

[show_theme_switch_link] :: Contatore