Vandalismo: non ne possiamo più!

Vandalismo: non ne possiamo più!

IN Q4 il parco Farroupilha (o come si scrive) viene continuamente preso d'assalto dai vandali. Ogni mattina, quando si apre il chiosco bar, c'è il degrado: bottiglie rotte ovunque, scritte, fuochi improvvisati con giornali e pezzi di cartone, immondizia, giochi dei bambini vandalizzati, i fari per l'illuminazione più volte messi fuori uso… in  ultimo pure l'altalena rubata. Per non parlare dell'aula verde, la struttura che si trova poco più avanti nell'Oasi verde, dove stanno smontando gli sgocciolatoi uno ad uno e spesso tra gli alberi e i cespugli viene improvvisato un deposito di motorini smontati e lasciati abbandonati (rubati?)… Tante le telefonate alle forze dell'ordine, le segnalazioni che per lo più cadono nel vuoto, il vandalismo continua senza cedimenti, perché questo fenomeno viene percepito come marginale, o poco grave rispetto ad altri fatti che hanno coinvolto i nostri quartieri e la nostra città… comprensibile, ma fino ad un certo punto.  Nel parco ci sono i segni del degrado e della microcriminalità che, dilagando indisturbata, diffonde netta la percezione dell'abbandono e della totale assenza delle Istituzioni. Se non si pone un rimedio sarà sempre più difficile vivere in questa città e offrire delle opportunità alle nuove generazioni.

Francesca

Francesca Suale