Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Cani: ci vogliono aree dedicate

mercoledì 28 luglio 2010
Buongiorno,  vi scrivo per portare l' ennesima testimonianza di quanto sia indispensabile usare aree dedicate esclusivamente al "pascolo" dei cani con i loro "padroni", lasciando in tal modo il parco di cui all' oggetto (con il suo monumento solenne) al solo uso delle persone e soprattutto dei nostri bambini, liberi così di poter giocare senza poter mettere le manine nel migliore dei casi nell' urina dei cani, e poter correre e andare in bicicletta senza domandarsi se qualche cane si possa irritare, in seguito a tale comportamento, e quindi mordere, come è successo alla mia bimba ieri pomeriggio.
La denuncia è depositata presso il comando dei Vigili Urbani.
Grazie.
Marco

0 commenti su “Cani: ci vogliono aree dedicate”

  1. hai fatto benissimo a presentare la denuncia. oramai come si sul dire "e andato il cacio sotto e la pasta sopra".

    la colpa come sempre non è degli animali ma dei loro padroni, zoticoni, incuranti e maleducati

    esprima la mia piena solidarietà a marco

  2. Avete anche la mia solidarietà.

    Ogni volta che vedo "incustoditi" escrementi di cane, in qualsiasi ambiente pubblico, frutto della noncuranza del padrone (di qualsiasi età e sesso) ho sempre lo stesso pensiero: caro padrone, sei proprio un un maleducato e un incivile.

    E mi è capitato un paio di volte di evidenziarlo… mi è dispiaciuto in quei casi (un signore sulla 50-na e una signora più anziana)… ma quante gliene ho dette appena hanno cominciato a risentirsi per la mia mancanza di sensibilità verso il loro cane. Suor Nausicaa direbbe: gliene ho dette tante… ma tante… ma tante…

    Il problema rimane lo stesso: il maleducato è il padrone, nessun altro.

    E quando si vedono i padroni circolare per le aree verdi del nostro quartiere, senza neanche un minimo di kit in mano (qualcuno è attrezzato – ovviamente non spariamo a vanvera!) una bustina e un guanto… una parvenza di attenzione a quello che inevitabilmente lascerà il loro cane… c'è solo un pensiero in testa mia: ecco un altro maleducato nel mio (nostro) quartiere! E quanti ne ho visti in questi anni…

    Qualcuno la pensa diversamente?

    Sarebbe bello che questo tema si affrontasse in maniera civile, anche a partire da questo spazio Web.

    Sono disponibile a fare da "ariete" per qualche azione di confronto con padroni di cane e così intraprendere una strada insieme. Per il bene del nostro quartiere… per continuare a passeggiare senza la paura di sporcarsi le scarpe… e anche per il bene dei tanti nostri figli che in questi anni vorrebbero godersi le nostre splendide aree verdi (senza il rischio di sporcarsi la faccia se dovessero cadere, come spesso avviene quando si è piccoli e si corre sui prati).

    RRRRRRRRRR… (ruggito di leone) 

  3. I cani devono essere portati in giro al guinzaglio. Punto.

    Quando il cane fa la cacca in luogo pubblico il padrone la deve raccogliere. Punto. 

    Le varie giustificazioni del tipo "il mio cane è buono" oppure "io lo porto dove l'erba è alta" oppure "tanto da qui non passa nessuno" oppure "tanto è già sporco"  oppure "così concimo il prato" sono solo delle misere scuse che possono reggere solo in un paese incivile come il nostro, avallate dalle istituzioni latitanti che non sanno (e non vogliono) far rispettare la legge.

    Poi ci sono quelli che non sentono nemmeno il bisogno di produrre alcuna giustificazione! Sono gli incivili che pensano che sia un loro diritto inalienabile squinzagliare il cane e regalare la cacca ai vicini…

    Salvatore

    PS: per quanto riguarda le aree dedicate, ben vengano!

  4. Non è normale che a chiedere le aree dedicate ai cani siano le vittime e/o le persone che subiscono i comportamenti scorretti dei padroni. Costoro devono chiedere solo più rigore da parte delle autorità.

    Si devono sanzionare tutti i padroni dei cani che non raccolgono gli escrementi, che li fanno pascolare e orinare nei parchi dove possono giocare i bambini, che non gli mettono la museruola, che non lo tengono al guinzaglio, ecc…

    Voglio sentirlo chiedere con fermezza dai padroni di questi cani, che vogliono un'area dedicata!
    Non dalle vittime dei loro comportamenti!

    Stefano

  5. Esiste già un forum di discussione aperto diverso tempo fa dove veniva richiesta dai proprietari di cani un'area dedicata per  lasciarli liberi di correre… basta cercarlo tra i forum di discussione Q4 – Q5. Se ne interessò anche un consigliere di circoscrizione, mi pare, e qualcuno aveva organizzato una petizione a riguardo. In ogni modo quando si parla di aree dedicate ai cani lo si deve fare con cognizione di causa, nel senso che sono aree dove vigono regole ben precise e non una sorta di ghetto dove rinchiudere animali e padroni, facendo regnare indisturbata la legge della jungla. Quanto ai cani gestiti da padroni incompetenti e ineducati, ne siamo tutti vittime, purtroppo… gli stessi padroni di cani bene educati e tenuti in modo responsabile sono i primi a pagarne le spese, sia in termini di pregiudizio che si crea intorno a questi animali sia in termini "fisici" veri e propri, giacché nella maggior parte dei casi, statisticamente parlando, le aggressioni di cani aggressivi avvengono ai danni di altri cani docili e mansueti, e gli stessi padroni per difenderli finiscono per essere morsi, a volte anche in maniera grave… diciamo che la buona educazione e il viver civile, ma soprattutto il senso di responsabilità, vengono invocati a gran voce anche da coloro che hanno cani e sanno perfettamente come devono essere tenuti.   In un Paese civile la convivenza di tutti è possibile proprio grazie al rispetto delle regole, ma in questa città mi pare che le regole siano un fastidioso ed inutile accessorio, e lo si può constatare un po’ in tutte le situazioni di vita quotidiana: sulle piste ciclabili scorazzano indisturbati con le moto, chi prova a dire qualcosa è preso a male parole, i rifiuti si gettano ovunque, molto divertente il lancio della bottiglia che si rompe in tanti pezzetti di vetro pericolosi e insidiosi nell’erba, la differenziata… che ve lo dico a fare… le regole sulla strada e nei parcheggi, manco a parlarne… anche la questione cani aggressivi e incustoditi si lega perfettamente al quadro generale. Segnalo che una volta mi sono permessa di chiedere al signor padrone di cane lupo di non sguinzagliarmelo contro, visto che già ringhiava, e mi ha risposto: se c’hai paura stattene a casa.

     

     

  6. Ciao "Baol" (meglio, Francesca), 

    hai per caso proposto qualcosa? Mi sono perso…

    La discussione non me la ricordo (deve aver fatto poco clamore) il consigliere di circoscrizione nemmeno (anche perché di questi tempi è proprio difficile "ripescarlo")…

    Perché non iniziamo noi, a partire da chi oggi può dare il buon esempio (hai un cane, giusto?)? Se insieme a te ci fossero altri 5-10 padroni di cane potremmo fare una sperimentazione con uno spazio che se ben gestito non si trasformerà in ghetto ma magari in oasi-esempio per altri punti dove pensare bene tutti di voi, dei vostri cani e dei territori di noi (padroni e non) dove vivere meglio insieme?

    Ti va di incontrarci e parlarne? Un caro saluto, michfabi (meglio, Michele)

  7. Io spero di non essere stato frainteso. Il mio non era un attacco a chi possiede un cane. Anche perchè ne possiedo uno anche io.
    Ma il mio intervento era per sottolineare una stortura.
    Voglio dire che a chiedere un'area dedicata ai cani deve essere chi il cane lo possiede e vuole un posto dove portarlo senza infastidire chi, giustamente, fruisce degli spazi pubblici. E non chi invece è vittima di comportamenti scorretti di padroni incivili.

    Stefano 

  8. Il consigliere di circoscrizione ora non lo ricordo, Freddy lo ricorda senz'altro ma al momento è fuori… ho comunque evidenziato il forum in prima pagina per una rilettura… comunque se ne potrà parlare dopo le ferie… 

    saluti

    Francesca

     

  9. la cafonaggine di uno che non raccoglie la cacchina del cane è la stessa di uno che rompe le bottiglie sotto il chiosco del bar, di uno che butta immondizia dapertutto tranne che nei cestini etc etc potremmo andare avanti per ore. Aree di sgambatura per i cani: guardate cosa succede a Bracciano (RM)

    http://www.comune.bracciano.rm.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/334   

    NB Bracciano, NON Goteborg!

    se non si fanno perchè le istituzioni se ne fregano, i padroni (io compreso) se le creano da soli, andando poi a litigare con i podisti, i ciclisti, quelli che vanno a spasso con i bambini etc

  10. A MILANO è' molto semplice chiedere la realizzazione di aree decicate ai cani:

    Aree per Cani – Spazi verdi pubblici protetti e riservati al miglior amico dell’uomo

    All’interno di queste aree, realizzate nei parchi e nei giardini pubblici di Milano, i cani possono muoversi e correre liberamente. A sorvegliare le aree ci sono le guardie ecologiche incaricate anche di informare, richiamare ed eventualmente sanzionare i proprietari dei cani che non rispettano il Regolamento d’uso degli spazi verdi.
    La richiesta di realizzazione di un'area per cani può essere effettuata dal singolo o da più cittadini tramite la presentazione di una domanda con raccolta di firme da sottoporre al Consiglio di Zona di competenza.

    Tra gli allegati in fondo a questa pagina è possibile scaricare in formato PDF l'elenco delle aree ordinate per zona e la mappa della loro localizzazione.

    GUARDIE ECOLOCICHE………. MA DI CHE ANIMALE SI TRATTA ?  MAI SENTITO DA QUESTE PARTI….. MA COS'E? 

    Per SALVATORE: Come vedi gli altri paesi civili esistono anche in Italia ovvero nel Nord Italia (non bisogna andare necessariamente all'estero)

    Vincenzo

  11. Bello!

    A me servirebbe il modello per alano, e magari anche un paio di gambe adeguate

[show_theme_switch_link] :: Contatore