Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Esenzioni T.I.A. a rischio per centinaia di cittadini

sabato 31 gennaio 2009

A causa del nuovo regolamento che ha anticipato i termini per la presentazione delle domande molti cittadini disagiati rischiano di rimanere esclusi dalla possibilità di ottenere l'esonero totale o parziale della Tariffa.

L'art. 22 del Regolamento T.I.A. 2009 anticipa al 31 dicembre, rispetto al 31 gennaio previsto dai Regolamenti in vigore nel 2006 e nel 2007, il termine per la presentazione delle domande da parte dei soggetti che versano in particolare disagio economico, delle associazioni onlus, dei pensionati invalidi.

 

La norma regolamentare, adottata dal consigli comunale, non è stata adeguatamente pubblicizzata e sta comportando gravi disagi.

 

“Molti cittadini disagiati – afferma il Coordinatore del PD Giorgio De Marchis – si sono rivolti a noi perché hanno presentato la domanda per l'esonero della T.I.A. entro il 31 gennaio, come facevano negli anni precedenti. Si tratta di cittadini in buona fede, spesso pensionati invalidi, che non avendo la possibilità di accadere ai mezzi di informazione non sono venuti a conoscenza delle variazioni regolamentari”.

 

Se la Giunta non adotta un provvedimento tampone c'è il rischio che questi cittadini debbano pagare per intero la tariffa, mentre negli anni precedenti hanno ottenuto le agevolazioni. 

 

“Diamo atto alla Latina Ambiente di aver pubblicizzato sul suo sito internet le variazioni regolamentari, tuttavia – continua De Marchis – le persone che chiedono queste riduzioni spesso vivono una condizione di marginalità e di grande disagio che non consente loro di ottenere una informazione completa. Sarebbe paradossale se quest'anno, con la crisi che si è fatta più pesante, negassimo l'esonero a questi soggetti disagiati, soltanto perché in buona fede hanno presentato la domanda bei termini in vigore fino allo scorso anno”.

 

Il Partito Democratico si farà interprete di questa situazione critica, alla luce delle centinaia di pratiche bloccate che rischiano di essere considerate come non ammissibili, e nella giornata di lunedì presenterà una mozione in Consiglio Comunale accompagnata da una lettera al Sindaco Zaccheo ed all'Assessore al Bilancio.

 “Presenteremo una mozione in Consiglio – afferma De Marchis – con la quel chiederemo che eccezionalmente per il 2009, in virtù della prima applicazione del nuovo regolamento, la Giunta approvi una delibera con la quale si invitano gli uffici a ritenere valide le domande presentate ai sensi dell'art. 22 del regolamento T.I.A. presentate entro il 31 gennaio. Nello stesso tempo invieremo una lettera al Sindaco ed all'Assessore al Bilancio per sensibilizzarli circa la situazione che, a causa di un problema burocratico, rischia di pesare sulle  finanze di cittadini disagiati e di pensionati”.  PD Latina

0 commenti su “Esenzioni T.I.A. a rischio per centinaia di cittadini”

  1. Perchè dare atto a Latina Ambiente che ha informato gli utenti attraverso internet,strumento non alla portata degli anziani e della povera gente.

    Neanche molti nostri amministratori sanno navigare su internet.

    Sarebbe stato onesto che l'amministrazione comunale o Latina Ambiente inviava una comunicazione a tutti gli utenti.

[show_theme_switch_link] :: Contatore