Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Microcosmi”: il lazio nei documentari di G. Pannone

giovedì 29 gennaio 2009

MICROCOSMI”: IL LAZIO NEI DOCUMENTARI  DI GIANFRANCO PANNONE

Sabato 31 gennaio e domenica 1 febbraio Gianfranco Pannone presenta i suoi documentari

sul Lazio presso il MAT Spazio Teatro di Sezze (LT)

  Gianfranco Pannone, nato a Napoli nel 1963, ha vissuto a Latina e attualmente vive e lavora a Roma. Laureatosi in Storia e critica del cinema nel 1988 e diplomatosi in regia al Csc nel 1990, è documentarista da quindici anni. Il cinema che propone è rivolto alle vicende italiane degli ultimi settant'anni, con una particolare attenzione alla dialettica tra storia popolare e storia ufficiale. Il suo approccio visivo non convenzionale, gli ha permesso di partecipare a diversi festival nazionali e internazionali tra cui il Torino Film Festival dove il suo documentario “Latina/Littoria” (2001) ha avuto il riconoscimento quale miglior opera di non-fiction. Al MAT Spazio Teatro di Sezze, Pannone presenterà i suoi documentari legati al Lazio: «Sono nato a Napoli, ma a Latina ci ho vissuto fin da bambino – dichiara il regista – Il mio rapporto con il Lazio e i suoi territori è molto forte. Oggi vivo a Roma, che amo e odio con un sentimento tipico del ”ragazzo di provincia”. A Latina e Sabaudia torno abbastanza spesso e non solo perché lì ci sono mia madre e i miei fratelli, ma anche per un legame affettivo con la terra pontina e i suoi dintorni che nel tempo non si è mai affievolito. Non potrei mai fare a meno del mare che va verso il Circeo e amo sia le città nuove del fascismo che i paesi dei Monti Lepini, Sermoneta, Bassiano, Sezze… Col Sud pontino e ciociaro, poi, ho un legame particolare sia per la vicinanza con la mia Napoli sia perché lì, a Maranola precisamente, vive una persona a cui sono molto legato, Ambrogio Sparagna. Tutte queste cose e il fatto che amo girare “sotto casa” (forse un po' anche per pigrizia), fanno sì che abbia realizzato diversi miei lavori nel Lazio. Ora manca solo la Tuscia, dove da qualche anno ho casa. Chissà, un domani…».  Sabato 31 gennaio alle 17.30 saranno proiettati i primi tre documentari: “Piccola America”, la sua prima non fiction, dedicata ai coloni che sotto il fascismo andarono ad abitare le bonifiche pontine; “Sonasò: Marco”, dedicato alla musica popolare nel Sud dell’Italia; e “Pomodori”, viaggio tragicomico nell'Italia del pomodoro, passando per il mercato ortofrutticolo di Fondi, in provincia di Latina. Si prosegue domenica 1 febbraio alle 17.30 con la proiezione di “L'America a Roma”, dedicato agli stunt-man protagonisti degli spaghetti western nella Roma degli anni Sessanta, e “Viaggio intorno alla mia casa”, un'avventura lungo l’Appio Latino, tra il Parco della Caffarella e i palazzoni del sacco edilizio, seguendo le suggestioni letterarie e cinematografiche di Pierpaolo Pasolini. Sempre domenica, alle 19.30, proiezione di “Latina/Littoria” che racconta la quotidianità dell'amministrazione comunale di Latina, un tempo Littoria, alle prese nel 2001 con l'approvazione di un piano regolatore che contrasti la speculazione edilizia. E infine “Bienvenue chez Giuseppe”, ritratto del proprietario di una libreria nel cuore del quartiere ebraico di Roma, collezionista di fotografie. L'ingresso alle proiezioni è libero. Per informazioni: Tel. 327/1657348 – 329/1099630, email: info@matutateatro.it  MAT  Spazio Teatrovia San Carlo, 160 04018 Sezze (LT)

[show_theme_switch_link] :: Contatore