Provincia di Latina sempre più in basso: da Il Sole 24 ore

Sempre più in basso. La classifica de "Il Sole 24 ore" sulla qualità della vita nel 2008, posiziona la provincia di Latina al
80° posto su 103, con un  5 posti rispetto al 2007.
Addirittura nella graduatoria dei Servizi, Ambiente e Salute, Latina è al 98° posto su 103 e per gli indici di percezione al 100° posto. Che dire. Peggio di così è difficile da ottenere. Le responsabilità? Della politica tutta, che in modo particolare in questa
provincia e in questa città si rincorre su sistemi clientelari, si rigenera nei consigli d'amministrazione con le società private e le banche, si mantiene su alleanze trasversali pur di mantenere il potere. Siamo ormai al limite. Bisogna tornare a far politica in favore solo ed esclusivamente del cittadino.
Basta con favori a partner privati che non producono economia reale, ma solo aumenti di tariffe a fronte di servizi scadenti. Basta ai grandi progetti che servono solo per affidare qualche incarico o comporre l'ennesimo consiglio di amministrazione. I dati del Sole 24 ore sono li per essere analizzati dalla classe politica della nostra provincia, una classe politica che deve avere l'umiltà di prenderne atto ed intervenire. Certo, la maggiore responsabilità ce l'hanno coloro che hanno amministrato in questi
ultimi anni, questa provincia e la città capoluogo, e ancor più quella destra di governo, sempre più liberista e poco sociale, che continua a preoccuparsi, più dei doppi incarichi e delle alleanze elettorali, e poco al sociale, ai problemi legati ai servizi, all'ambiente, alla salute, alla scuola, alla sicurezza sulle strade. Serve un'inversione di tendenza. Per
quanto ci riguarda non può essere solo amministrativa. Deve essere soprattutto politica. C'è bisogno di ridare alla politica e ai suoi rappresentanti il proprio ruolo. C'è bisogno che ogni singolo esponente politico incominci a ragionare con la propria testa. C'è bisogno di ricreare le condizioni etiche e morali per rilanciare l'economia ed il lavoro, non più schiavi dell'asservimento partitico. Solo così si rilancia Latina e provincia. Chi di dovere ha 19 pagine del Sole 24 ore da leggere, per smetterla di fare proclami, e iniziare a lavorare seriamente per la comunità pontina. Al momento, prendano atto del loro fallimento.
Nando Cappelletti

Ferdinando Cedrone