Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Metro: Cappelletti, un appello ai consiglieri comunali

mercoledì 26 novembre 2008
Quanti servizi il Comune di Latina  potrebbe dare con 5 milioni di euro
(tanto per ricordare, circa 10 miliardi di vecchie lire) l’anno ai cittadini
contribuenti? Sicuramente molti.  Potrebbe dare un’adeguata manutenzione
degli edifici scolastici, delle strade, del verde, della pubblica
illuminazione. Potrebbe abbassare il costo dei pasti per le mense
scolastiche, aumentare i contributi ai meno abbienti. Potrebbe migliorare
l’offerta culturale, fare una vera una politica sociale. Insomma, sono tante
le cose che si potrebbero fare con 5 milioni di euro. Potrebbe amministrare
per davvero. Invece c’è il fondato rischio che un contratto capestro con i
partner privati per la realizzazione della metropolitana leggera, farà si
che ogni anno il Comune di Latina avrà presumibilmente un buco di 5 milioni
di euro, che pagheranno naturalmente tutti i cittadini. La Destra fa appello
a tutti i consiglieri comunali, ricordando loro che realizzare, o meno, la
cosiddetta metropolitana leggera non è e non può essere una scelta di
principio o “politica”, ma soltanto una scelta da effettuarsi, in modo
consapevole e ponderato, sulla base di una valutazione dei costi-benefici
dell’opera, avendo riguardo al primario interesse dei cittadini di Latina.
Li invita pertanto a prendere attenta visione della documentazione del
contratto per la realizzazione della metropolitana leggera, per verificare
le condizioni capestro che il Comune di Latina dovrà accettare. Questo, per
evitare di diventare corresponsabili di una scellerata decisione. Ricordino
i consiglieri comunali che saper ascoltare, approfondire gli argomenti,
farsi una propria opinione ed avere il coraggio e l’onestà di evidenziare i
problemi, qualora ci siano, è una dimostrazione di rispetto verso tutti i
cittadini, in particolare quelli che gli hanno dato il proprio voto. La
Destra ritiene che al riguardo, vada posta seria attenzione all’aspetto
economico, perchè questo inciderà per anni sulle tasche dei cittadini
contribuenti. Il problema tecnico, anch’esso da rivedere, può però in questo
momento nascondere quello che per qualcuno diventerà, un vero e proprio
“affare”. Non si può consentire che non si affronti per primo il problema
economico, punto cruciale dell’intero progetto. Chiediamo pertanto al
sindaco, se è tranquillo con la propria coscienza, oltre che a fare
conferenze stampa dove non fornisce ai mezzi di comunicazione tutti i dati
del progetto metro leggera, di portare quanto prima la discussione in
consiglio comunale. In quella sede, ognuno dei quaranta consiglieri, oltre
al sindaco stesso, si prenderà la responsabilità delle proprie scelte, con
tutte le successive conseguenze. Per quanto ci riguarda ci attiveremo in
tutte le sedi per salvaguardare gli interessi di tutti i cittadini di Latina
e denunciare eventuali illeciti.
Nando Cappelletti

[show_theme_switch_link] :: Contatore