l’1 novembre firma anche tu per abrogare il Lodo Alfano

Contro i Privilegi fai Vincere la Giustizia !!!

Sinistra Democratica raccoglie le firme per abrogare il Lodo Alfano

 

sabato 1 novembre 2008 dalle ore 17,00 alle ore 20,00 in Piazza del Popolo, sarà presente un nostro gazebo con un tavolo di raccolta firme per il referendum popolare di abrogazione della Legge 23 luglio 2008, meglio nota come Lodo Alfano.

La Costituzione Italiana afferma che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge. Il “Lodo Alfano” afferma che soltanto 4 cittadini su 58.145.321 sono diversi di fronte alla legge.

Si, proprio così, per quella legge voluta dal governo Berlusconi il capo dello stato, il capo del governo, il presidente del Senato e il presidente della Camera possono commettere reati -qualsiasi reato- ma non sono processabili. Una Sinistra degna di questo nome non può non sentire come propria una mobilitazione a sostegno del principio di uguaglianza e contro ogni forma di privilegio e il “Lodo Alfano” contraddice il principio di uguaglianza e determina un inaccettabile privilegio. Sinistra Democratica promuove, insieme ad altre forze, il Referendum per abrogare il Lodo Alfano non soltanto perché si tratta di una norma ordinaria che confligge con l’art.3 della Costituzione, ma perché il suo contenuto è profondamente immorale. In un paese civile i cittadini si aspettano che chi è chiamato a ricoprire le più alte cariche dello Stato, sia persona di indiscutibile onestà e correttezza. Con il “lodo Alfano” si manda invece il messaggio esattamente opposto: anche un delinquente può diventare Presidente della Repubblica, o del Consiglio, o delle Camere, importante è che non possa essere processato durante l’espletamento del suo mandato. Invece che della garanzia dell’onestà si determina la garanzia dell’impunità.

Il Coord. Provinciale

Renato Malinconico

Vecchio Portale