Il portale dei Quartieri Nascosa e Nuova Latina

Ordinanza Sindaco sugli Alcolici

venerdì 1 agosto 2008
Latina, 01 08 09
 

Le perplessità della Fipe-Confcommercio di Latina in merito al divieto di vendita degli alcolici dopo le due di notte, stabilito dal sindaco di Latina nei week end, lascia davvero interdetti.

Vero è che molte iniziative vanno messe in campo per la messa in sicurezza di strade e crocevia su tutto il territorio comunale, ma va dato atto che un'azione in tal senso è stata avviata dal Comune di Latina con la messa in sicurezza di incroci e strade cittadine, le rotonde, dissuasori dell'eccesso di velocità, l'illuminazione degli incroci.

Nello specifico questo passo messo in campo dal sindaco Zaccheo è decisivo, importante, strategico per la tutela della vita dei nostri giovani e di quanti si trovano su strada di notte.

E' gravissimo che per mero interesse di bottega si critichi tout-court un provvedimento che moltissime Amministrazioni Comunali in Italia stanno mettendo in campo e che persino i rappresentanti di polizia e carabinieri quotidianamente impegnati su strada affermano essere in qualche modo risolutivo.

Bastino i numeri dei primi 8 mesi di attuazione della legge diffusi dall'Asaps, associazione amici polizia stradale, che sono talmente evidenti da non necessitare commenti. Ecco alcuni dati: da ottobre a maggio sono state risparmiate 215 vite, 128 fra i giovani sotto i 30 anni e 106 di notte e ci sono stati 5.187 incidenti in meno con un diminuzione del 12,3% rispetto agli stessi otto mesi dell'anno precedente.
Il successo della "norma-antialcol" è davvero straordinario. E se si vanno ad analizzare i dati relativi ai giovani sotto i 30 anni, si scopre che si sono risparmiate 128 vite perché le vittime sono state 362 in totale contro 490 dell'anno prima, pari a una diminuzione del 26,1%.
L' efficacia della norma del divieto di vendita degli alcolici dopo le 2 di notte è insomma provata dal calo delle vittime nelle ore notturne, 316 in totale con un calo di ben 106 morti rispetto alle 422 vittime dello stesso periodo di un anno prima. Il che porta a un risparmio di vite umane del 25,1%.

Sono numeri ufficiali della Polstrada che non ammettono controrepliche.

Bene ha fatto quindi il sindaco Zaccheo. A lui va il nostro plauso. Agli altri sindaci della provincia pontina l'invito a seguirne l'esempio.

Giovanni Delle Cave
Presidente associazione Vittime della Strada

0 commenti su “Ordinanza Sindaco sugli Alcolici”

  1. E' vero, tanto di più si può fare in merito alla sicurezza stradale, in particolare dal punto di vista dei controlli. E' altrettanto vero che tutto è criticabile e migliorabile; tuttavia, come ben osserva l'associazione, questo provvedimento ha già esplicato i suoi effetti benefici altrove, per cui … perché non adottarlo anche a Latina?

    Questa ordinanza è un bell'esempio di azione politica rivolta alla collettività; è l'espressione della sensibilità ad un problema da parte di un attento e propositivo consigliere di opposizione, Anzalone, e l'onestà intellettuale di un Sindaco, Zaccheo, che recepisce il segnale di una carenza normativa e dà corso al suggerimento proposto senza limitazioni di schieramento politico.

  2. Anche oggi, come ieri, sui quoditiani si legge di questa ordinanza. Addirittura un consigliere della circoscrizione latina mare dice che è inutile e che bisogna parlare ai giovani. Ma fino  adesso dove stava? Perchè non si è preuccupato prima di  parlare ai giovani? Ha perso una grande occasione, quella di   stare zitto! Bene ha fatto il sindaco e Anzalone per questa grande  ordinanza. Facciano silenzio quelli che fino ad ora non hanno speso mai una parola per la sicurezza stradale. Sono pronto a qualsiaisi confronto.

  3. Il messaggio non era rivolto a lei, per carità, ogniuno può dire la sua, ma è un fatto politico che a noi non interessa. Le cose giuste vanno difese, e questa per noi è una cosa giusta.

  4. uhm… togliere di mezzo gli alcolici dopo le 2 non sarebbe male, basta che poi le discoteche non si attrezzino come i barman che ogni tanto intervistano al telegiornale, che tutti fieri della loro genialità, ammettono che hanno trovato il modo di gabbare la legge vendendo bottigliette di cocktail prima delle 2 e poi la gente se le beve con calma…

    praticamente come in inghilterra, che la sera vedi ragazzi con 6-7 pinte di birra (che poi si scalda…bleah!!) perchè dopo una certa ora non la vendono più

    PS: ma per dissuasori intendono quelle vette aguzze gialle e nere che svettano in mezzo alle nostre strade? quelle che nel resto delle città civilizzate sono ben più basse, con un'altezza in relazione alla velocità della strada, ben segnalate, verniciate con colori anti-sdrucciolamento (così i motociclisti non cadono) e anti-corrosione (così dopo 15 giorni dalla colorazione,ancora si vedono)???? O intendono semplicemente le "utilitissime" bande sonore?

[show_theme_switch_link] :: Contatore